Globalist:

 
Connetti
Utente:

Password:



Attualità

Tiberio Timperi alla Rai attacca i movimenti: nazifemministi...

E' il linguaggio dei gruppi neo-maschilisti che perseguitano le donne in rete: Tiberio Timperi, ospite di Storie vere (Raiuno) all'attacco dei movimenti di donne.

redazione
giovedì 19 aprile 2012 23:29



Questo video, "intercettato" in rete dalle donne di "Un altro genere di comunicazione", è tratto dalla puntata di "Storie Vere" di Raiuno del 17/04/2012.

Nel video Timperi dichiara di possedere un account Facebook e chiama le donne che si impegnano per le pari opportunità con il nome di "nazifemministe" termine utilizzato dai movimenti neomaschilisti che da due anni perseguitano le donne in rete.

Timperi era ospite del programma in quanto "padre separato": da tempo, infatti, è considerato un testimonial in questo tipo di dibattiti.

Scrivono le donne di "Un altro genere di comunicazione": ora non possiamo nemmeno più solo parlare del velinismo, perchè la rappresentazione delle donne in Rai è peggiorata e non siamo più solo veline e donne-oggetto ma veniamo costantemente criminalizzate e i toni antifemministi sono ormai espliciti.

Commenti
  • Luisa Betti 20/04/2012 alle 01:13:27 rispondi
    ecco perché..
    Tiberio Timperi io me lo ricordo ai tempi del liceo perché andava dietro alla mia compagna di banco. Io e la mia amica facevamo il liceo, lui non mi ricordo che scuola frequentasse, però mi ricordo che il padre lavorava alla Rai. Mi ricordo invece i racconti della mia amica che descriveva questo ragazzo con gli occhi azzurri che la tampinava continuamente e che veniva a prenderla sotto scuola, come "uno insistente". E mi ricordo bene il suo racconto di un giorno in cui in maniera dettagliata mi descriveva un pomeriggio in cui era andata a casa sua ed era stata costretta a "scappare". Lei sosteneva che, seppur carino, Tiberio era "il ragazzo più stupido" che avesse mai conosciuto e che quindi non lo voleva. Ecco perché oggi, dopo tanti anni, leggere che Tiberio Timperi sia caduto nella trappola dei nazi-antifemministi, una cricca pericolosissima che sostiene apertamente la Pas (sindrome di alienazione parentale) e che si esprime misoginia e maschilismo con toni che incitano alla violenza feroce contro le donne, non mi stupisce, e anzi mi viene da pensare che forse la mia amica aveva ragione.
  • Anonimo maschietto allibito 20/04/2012 alle 12:50:28 rispondi
    Complimenti Luisa Betti !
    L'argomento generale non mi interessa molto. In Rai -leggo-va oggi di moda rivendicare la posizioni femminili precluse. Tempo addiatro era di moda elencare le "carriere" facilitate al femminile. Esagerazioni e un po' di verità su ambedue i fronti. Quello che mi pare ignobile, la citazione del tutto gratuita e improvabile quanto incontestabile del biricchino Timperi adolescente. Io -confesso- copiavo i compiti dalla mia compagna di banco e le sbirciavo il seno!
    Chi ha la responsabilità di un sito serio come mi sembrava, certe sbavature personali dovrebbe possibilmente evitarle. E anche un certo vetero femminismo anche male esposto.
  • Anonimo 20/04/2012 alle 15:15:23 rispondi
    Caro maschietto anonimo allibito, tu fai esattamente come fanno tutti quelli, ahimè, del tuo sesso...il gioco "aiuto, lui mi ha spezzato le gambe....si, ma lei mi ha rotto un'unghia!" che è come dire mi concentro sul dito e ignoro la Luna. Il commento di luisa sarà anche superfluo ma il tuo allibimento è per quello che dice lei non per ciò che ha detto Timperi?? Bè, questo è quello che rende allibita me...la capacità degli uomini di rigirare la frittata in termini di violenza e persecuzione contro le donne e quel dire modesto del "ma si, un po' di verità ci sarà da entrambe le parti..." certo, come no...e magari esistono anche le nazifemministe...
  • Anonimo 20/04/2012 alle 15:53:52 rispondi
    Che vergogna
    Che sito è questo? Un sito dove chiunque può calunniare chiunque? Dove il primo che scrive un post puo' permettersi di fare nomi e cognomi, giustificando, alludendo, condannando?
    E' una follia.
    E' come se io dicessi che andavo a scuola con la ragazza che ha scritto il primo post e ricordo, a detta di un mio amico, che lei amava fare sesso con il cane lupo di sua zia. E che quindi, oggi, non ho dubbi a credere che lei si sia scopata tutto lo zoo di Roma.
    Ma che dite???
    Prima di fare nomi e cognomi, pensateci 1000 volte. Le persone hanno figli, hanno parenti, hanno amici. E tutti, dico tutti, abbiamo diritto a un po' di rispetto.
    Altro che "ricordo che una mia amica...".
  • Luisa Betti 20/04/2012 alle 16:28:23 rispondi
    l'ironia è meglio di una parolaccia
    Per chi non avesse "lo spirito adatto" spiego che il mio commento è ovviamente "ironico" su un personaggio televisivo che in una trasmissione pubblica si permette di apostrofare come "naziste" tantissime donne che si battono ogni giorno per affermare diritti sacrosanti, un giudizio molto più grave della mia "ironica" allusione all'adolescenza, fatta proprio perché, se la devo dire tutta, quello che Tiberio Timperi ha detto durante quello show è estremamente grave e ripugnante. Il metro di giudizio adoperato sui siti di questi loschi individui che ci chiamano "nazifemministe", sono violenti verbalmente e degradanti (io stessa sono chiamata con epiteti non pronunciabili) e non ho nessun problema a dire quello che penso adoperando nome e cognome.
  • Serena 20/04/2012 alle 16:31:13 rispondi
    Luisa, tranquilla, mi sa che gli anonimi che ti hanno risposto sono dei troll, alcuni dei tanti che si divertono ad apostrofare le femministe come "nazifemministe", si capisce da quante volte ripetono la parola "calunnie". .-.
  • M. 21/04/2012 alle 16:07:47 rispondi
    tiberio
    Che è stupido non ci sono infatti dubbi infatti ripete a pappardella quello che ha letto in uno di quei siti di svalvolati...secondo me non sa nemmeno quello che sta dicendo. Ora capisco perchè la moglie lo ha lasciato.
  • cloe 23/04/2012 alle 00:12:56 rispondi
    pas
    A me la cosa che fa più paura e l'atteggiamento tranquillo con il quale sminuisce e svilisce gli abusi sui minori con gli stessi "argomenti" degli svalvolati che conosciamo bene e che lo faccia su una rete della tv di Stato, trovo vergognoso che affermi che le madri separate inventano o insinuano abusi paterni sui figli per vendetta verso l'ex marito, senza dati senza testimonianze, come se fosse una cosa scontata. Sì anche a me non sembra molto sveglio, certe affermazioni gratutite sono gravissime.
  • si 23/04/2012 alle 07:25:02 rispondi
    Tiberio Timperi io l`ho ricordo prima che entrasse in rai. Era
    un tipo che piaceva molto, apparentemente, con i suoi occhi azzurri, di ghiaccio che pero` non mi hanno mai convinta, personalmente. Lo ricordo bene perche` una mia amica di allora aveva una storia con lui e soffriva molto per il modo in cui la trattava. E ricordo bene anche quando una sera si presento` ad una cena con amici mortificandola in pubblico. Evidentemente il suo problema conflittuale con l`altro sesso non lo ha ancora risolto, anzi, continua a riproporre lo stesso spettaccolo di uomo violento e giustiziatore.
  • Anonimo 30/04/2012 alle 16:05:25 rispondi
    Timperi ha coraggio
    e per alcune femministelle (non per tutte, ma per le carogne) si sta mettendo davvero male.
  • Anonimo 07/05/2012 alle 13:38:45 rispondi
    PAS e quello con gli occhi azzurri
    Hai perfettamente ragione sul fatto che costui si accompagna a coloro che sostengono la PAS.
    Nonostante persino qualche giudice dica di riconoscere la PAS (andremo a farci curare anche l'ernia in tribunale quindi, perché arrivano la dove i medici non arrivano a riconoscere e diagnosticare malattie) la PAS rimane il primo strumento invocato per sbugiardare madri e figli quando insieme testimoniano vessazioni o peggio.
    Non dimenticate perciò la trasmissione matrix né i suoi ospiti nella vergognosa puntata su "Divorzio e figli contesi" del 22/02/2012:

    http://commentamatrix.mediaset.it/wpmu/2012/02/23/figli-contesi-3/#respond

    http://commentamatrix.mediaset.it/wpmu/2012/02/23/figli-contesi-3/#respond

    Il medico ospite parlava in quella trasmissione dei campus di Richard Warshak. Quest'ultimo è quello che pubblica online il lavoro di Richard A. Gardner.

    http://www.warshak.com/alienation/pa-references.html
    http://www.warshak.com/resources/gardner.html
    http://pasisascam.wordpress.com/category/dr-richard-warshak/

    Un esempio del tipo di "sostegno scientifico" dato alla PAS:

    http://www.fathersandfamilies.org/?page_id=5372


    Per chi non sapesse chi era Gardner, ecco qualche link interessante. Fatevi voi un'idea.

    http://www.leadershipcouncil.org/1/pas/RAG.html
    http://www.leadershipcouncil.org/1/pas/1.html

    Qualcosa di più sul sé dicente professore Gardner, che in realtà era un volontario non pagato alla Columbia, la trovate qui:

    http://www.nytimes.com/2003/06/09/nyregion/richard-gardner-72-dies-cast-doubt-on-abuse-claims.html

    http://web.archive.org/web/20100402103804/http://www.independent.co.uk/news/obituaries/dr-richard-a-gardner-548246.html

    Pensate che qualcuno si è espresso su Gardner definendolo un "grandissimo e compianto neuropsichiatra infantile e psicanalista statunitense" (just google it as google is your friend).

    Qualcosa sullo stato attuale di riconoscimento della PAS da parte della comunità scientifica la trovate qui:

    http://www.dsm5.org/proposedrevision/Pages/Conditions-Proposed-by-Outside-Sources.aspx

    A cosa serve la PAS e come viene vista la PAS da parte dell'APA?

    http://www.psychologytoday.com/blog/science-isnt-golden/201106/parental-alienation-syndrome-another-alarming-dsm-5-proposal

    Qui non si parla di rapporti difficili tra uomini e donne né di maschilismo o femminismo. C'è dietro dell'altro.

    Solo per capire il tono dei bravi sostenitori della PAS, leggete di cosa altro si parla in un sito a caso sull'argomento. Troverete articoli pro-PAS nello stesso sito.
    www.comunicazionedigenere.net/la-guantanamo-femminista/

    Fatevi un po' un'idea voi.
  • Anonimo 07/05/2012 alle 16:35:53 rispondi
    e ancora
    La RAI non dovrebbe più tollerare un individuo che usa il servizio pubblico, pagato con le tasse degli italiani, per fare appelli partigiani dettati dalla sua situazione personale. Ci racconta anche dei suoi problemi personali, ma ognuno può raccontare ciò che vuole della propria vita, perchè mai bisognerebbe credergli senza un contraddittorio, lui chi è??? Eppoi a chi importa della sua situazione personale???
    Timperi racconta il suo punto di vista e diffonde informazioni e dati tutti da dimostrare sostenendo delle tesi e lo fa usando il servizio pubblico. E ci si indigna a sentirlo pronunciare il termine "nazi-femministe" in un momento di estrema violenza contro le donne. Dovrebbe invece preoccuparsi di fare appelli contro la violenza misogina e cominciare a parlare anche dell'abuso della teoria della PAS nei tribunali per coprire malefatte. Il caso di Marta Crotti insegna cosa ci può essere dietro un cosiddetto caso di PAS sostenuto da un cosiddetto esperto ovvero un barone dell'Università.
    Che la RAI lo richiami e lo sospenda per questo comportamento indecoroso e pericoloso!!!
  • Noemi 28/11/2013 alle 12:19:55 rispondi
    Anonimo, ti ricordo che la RAI, servizio pubblico pagato da tutti, ha ospitato durante Sanremo, con Fabio Fazio presentatore, una coppia omosessuale che ha portato avanti, in modo seppure chic e politically correct comunque PARTIGIANO FAZIOSO E PERSONALE, la sua battaglia personale, appunto, per la regolarizzazione di quelle leggi, su unioni e adozioni omosessuali, che non sono assolutamente condivise da buona parte della società che paga appunto il canone.
    A noi, che ce fotte dunque della LORO situazione personale?
    La RAI non dovrebbe tollerare più gente sconosciuta che va e parla dei cazzi sua, dunque. Però lo fa, anzi, LI CERCA.
    Loro si e Timperi, siccome dice cose non gradite alla comune coscienza sociale (che secondo me è malata e pure ottusa) no??
    Sulla tv nazionale, pagata da tutti, anche da chi si sente offeso da certe cose, è andato pure alla grande il caso del ragazzino di Roma suicidatosi incolpando gente a caso, la collettività, di omofobia. Onestamente, essendo stato scritto da un adolescente fragile e che considera la sua vita talmente insignificante da potersene sbarazzare alla minima difficoltà con persone e situazioni, e soprattutto davanti alle difficoltà ad ACCETTARE SE' STESSO, non posso sentirmi colpevole. Anche se la colpa l'ha data anche a me e i media, anche quelli pagati col mio canone, non fanno altro che cercare di ricordarmi quanto io, intrinsecamente, sia colpevole e malefica e cazzacci vari per svegliare in me un sentimento di autocondanna. E non sono una da scherzare con i suicidi, mi dispiace per quello che gli è successo perchè ho vissuto da spettatrice il suicidio di una mia amica, e non è bello quando queste cose succedono, perchè ti chiedi i motivi, e ti colpevolizzi per non essere stato abbastanza presente e cose del genere. Ma in ultima analisi è una cosa che non dipende da te, dipende soprattutto dall'orgoglio e il rifiuto del suicida di aver chiesto aiuto per risolvere un problema, quindi onestamente mi girano i coglioni se il tg vuole farmi capire che mi devo sentire una merda per uno che s'è ammazzato a Roma. Lo facessero coi politici quando si ammazzano i lavoratori disperati!!!!
    Allora no, non ci sto quando tu vai a blaterare che Timperi dice cagate e dovrebbe essere AZZITTITO quando dice cose perfettamente sensate, non ci sto. Il femminismo è un'ideologia aggressiva e subdola, e incazzarsi davanti a certe ingiustizie e inequità è un dovere! E sono una donna, non un uomo, che lo dico, figuriamoci!!!