Globalist:

 
Connetti
Utente:

Password:



Attualità

Votami donna, trasudo ferormoni

Il sindaco di Lecce, per convincere le casalinghe, punta sull'ammiccamento sessuale. In una città dove mancano asili, scuole e biblioteche. [Maria Luisa Mastrogiovanni]

redazione
sabato 24 marzo 2012 18:07

Non ha altri argomenti il sindaco di Lecce Paolo Perrone (Pdl) per convincere le casalinghe, che fare ammiccamenti sessuali. Dopo aver sbancato alle prime primarie del centro destra d'Italia con quasi 18mila voti, rafforzando la componente dell'ex delfino di Berlusconi ed ex ministro Raffaele Fitto, ora, alla ricerca della riconferma perduta (dall'ultima classifica del Sole 24 ore sui sindaci più amati la sua popolarità risulta in calo, al 90° posto; Emiliano pre-cozze pelose al 7°) su Facebook si gioca la carta simpatia per convincere le donne.

Così sulla pagina ufficiale ha "postato" un vergognoso manifesto in cui, con lo sguardo che nell'intenzione trasuda ferormoni, elenca i punti del suo "programma": alto, slanciato, tennista. Le donne per lui sono una categoria omologata a canoni che non ne prevedono l'espressione intellettuale se non all'interno di determinati stereotipi: alla casalinga interessa solo l'aspetto esteriore, come di un gallo si apprezza la cresta. L'occhiolino alle comuniste poi, è la ratifica finale della veridicità dello stereotipo proposto: come dire è inutile che fate quelle che. vi interessa la politica. Tanto, siete tutte donne e in quanto donne, a voi, interessa il contenitore. La cresta, insomma, di un gallo re del pollaio.

Non importa poi che le ultime generazioni di casalinghe leccesi siano laureate a pieni voti ma costrette a restare in casa perché non riuscivano a conciliare lavoro e famiglia, perché a Lecce mancano asili nido e scuole a tempo pieno, e le ludoteche costano più delle SPA; o che non ci sia una biblioteca comunale dove portare i bambini, né spazi verdi dove farli socializzare. Secondo Perrone le casalinghe sbavano come galline dietro alla 'sua' cresta. Che è lì a portata di mano, ("se vuoi conoscermi sono spesso in Comune"), si può anche toccare. E questa speranza basti per farle felici.

Commenti
  • elenaccia 25/03/2012 alle 05:45:13 rispondi
    sì, d'accordo, ma...
    ... i feroRmoni?
  • Anonimo 25/03/2012 alle 10:40:50 rispondi
    Perrone
    Mancano asili, ludoteche..lavoro...e anche uomini perchè per correre dietro a questo qui bisogna veramente essere disperate!!!! Tra le mancanze peculiari: Perrone manca di DECENZA.
  • Anna 25/03/2012 alle 12:36:14 rispondi
    Non se ne esce.. ps. per Elenaccia: Si può dire in entrambi i modi: feromoni viene dall'inglese; ferormoni dal greco. ;)
  • Anna 25/03/2012 alle 12:38:21 rispondi
    ..si può dire in entrambi i modi..:)) Ciao
  • Antonio 25/03/2012 alle 23:07:25 rispondi
    Il playboy leccese
    Semplicemente, una testa di cazzo.
  • Maria 25/03/2012 alle 23:10:06 rispondi
    In una città in cui le casalinghe sono plurilaureate ma costrette a vivere tra quattro mura perchè il lavoro non c'è e spesso se c'è è monopolizzato da uomini "di potere" stupidi come lui!
  • Anonimo 26/03/2012 alle 10:48:57 rispondi
    Ferormoni non esiste. Ma quale greco...
  • Anonimo 26/03/2012 alle 11:14:43 rispondi
    Versione più artistica del volantino di Perrone...
    http://www.facebook.com/photo.php?fbid=372569409442546&set=a.102252733140883.5228.100000684716370&type=1&theater
  • redazione 26/03/2012 alle 13:04:05 rispondi
    Feromoni o ferormoni
    Le diatribe linguistiche ci entusiasmano. Ma poiché abbiamo ancora la pessima abitudine di "passare" i pezzi, abbiamo anche controllato - vocabolario alla mano - il termine ferormone. Che è ben presente nella lingua italiana e soprattutto utilizzato nel linguaggio scientifico!
  • maria luisa mastrogiovanni 26/03/2012 alle 16:43:11 rispondi
    attacchi dai perroniani
    Forse può interessarvi che i sostenitori di Perrone su facebook ovviamente hanno lanciato l'offensiva contro la 'signora' (non sia mai che venga chiamata dottoressa...) cioè io, che non ha senso dell'umorismo, che non è professionale, ecc ecc
  • Anonimo 26/03/2012 alle 23:12:30 rispondi
    l'imbecillità non ha limiti.L'ironia non è tale se asservita a certe logiche e questo ometto nemmeno ha la statura del Narciso se scomoda le donne in tal modo mettendo il tutto- o poco- dentro il calderone della politica, che resta, almeno in teoria, una cosa seria.
  • Luisa Betti 27/05/2012 alle 23:57:43 rispondi
    ma te pare..
    Oltretutto è brutto come pochi! guarda che naso!