Parlamento siciliano: chi sono le 15 elette

'In numeri assoluti, le donne elette all''Assemblea Regionale Siciliana sono 15, in percentuale stanno intorno al 16 per cento sul totale di 90 deputati. E ora la giunta...'

Il tribunale di Bari

Il tribunale di Bari

Redazione 2 novembre 2012
'

In numeri assoluti, le donne elette all''Assemblea Regionale Siciliana sono 15, in percentuale stanno intorno al 16 per cento sul totale di 90 deputati. Un dato largamente al di sotto persino del canonico 20 per cento, soglia minima di quota rosa accettabile, e stellarmente lontano dal 30 per cento, quota prevista dalla legge nazionale sulla pari rappresentanza.
Se n''è accorto subito il presidente eletto Rosario Crocetta che, già a ridosso dello spoglio delle schede elettorali che sancivano la sua vittoria, lunedi 21 ottobre, ha dichiarato ai microfoni che una legge sulla pari rappresentanza politica di genere in Sicilia è una necessità, uno degli obiettivi del suo governo.



Eppure, in giro l''euforia si spreca perchè - dice il tam tam mediatico - questa è la prima volta nella storia del parlamento siciliano, e nella storia della Sicilia, che le donne all''ARS superano la metà delle dita di una mano - dal primo parlamento (1947) ad oggi, le elette in tutto sono state 17, e nella scorsa legislatura le presenze femminili a Sala D''Ercole erano tre. Ma può bastare? Mentre l''attenzione adesso si concentra sulla formazione della Giunta, che Crocetta vorrebbe a forte componente femminile (ma dove per ora l''unica certezza è rappresentata dalla presenza di Lucia Borsellino, figlia di Paolo, alla Sanità), vediamo nome per nome e partito per partito chi sono le nuove deputate dell''Assemblea Regionale Siciliana.


Partendo da un dato fondamentale: il numero più alto di elette – 6 - arriva dal Movimento Cinque Stelle di Grillo, e mette in primo piano la coincidenza tra irruzione del movimento nella sclerotizzata vita politica siciliana e irruzione delle donne, presenti in percentuali elevate nelle sue liste elettorali. L''identikit dell''eletta grillina disegna un profilo di ragazza giovane, laureata o studentessa, perlopiù residente in grossi centri cittadini, di fresca militanza politica. E'' il ritratto di Gianina Ciancio, 21 anni, eletta a Catania, studentessa universitaria di Scienze Ambientali, o quello di Vanessa Ferreri, classe 1972, entrata nel movimento quest''anno ed eletta a Ragusa (dove ha ottenuto più o meno le stesse preferenze di Innocenzo Leontini, ex capogruppo Pdl, o di Roberto Ammatuna, deputato uscente e riconfermato del Pd).


Subito dopo M5S, il gruppetto più consistente di elette arriva dal Partito Democratico e dalla Lista Crocetta Presidente. Ne hanno elette 5, tra loro ci sono Mariella Maggio, 56 anni, segretaria regionale uscente Cgil, eletta a Palermo; Concetta Raia, eletta nel collegio di Catania, l''unica deputata già presente all''Ars nella scorsa legislatura; Marika Cirone Di Marco, eletta a Siracusa, in politica dagli anni Ottanta.




Movimento 5 Stelle. Di Vanessa Ferreri e Gianina Ciancio abbiamo già detto. Con loro arrivano all''ARS: Claudia La Rocca, 31 anni, palermitana e residente a Bagheria; Angela Foti, classe 1975, eletta ad Acireale, provincia di Catania, grillina dal 2008 su temi ambientalisti; Valentina Palmeri di Alcamo, classe 1976, laureata in Scienze naturali e impiegata nell''azienda di famiglia, Valentina Zafarana eletta in provincia di Messina, nata nel 1980, laureata in lettere classiche, entrata nel M5S nel 2011.



Partito Democratico – Crocetta Presidente. Con Mariella Maggio, Concetta Raia, Marika Di Marco entrano all''ASR Antonella Milazzo, eletta a Trapani, dirigente del Pd trapanese e Alice Amselmo, eletta ad Enna, avvocata, docente all''università Kore.



UDC – L''Unione di Centro elegge Margherita La Rocca Ruvolo, detta Rita, nata a Montevago, eletta nel collegio di Agrigento. Attiva nel volontariato internazionale, è moglie del cardiochirurgo di fama mondiale Giovanni, potrebbe essere indicata come candidata alla presidenza o come assessora.



Grande Sud – Due le donne elette dal partito di Micciché, Bernardette Grasso, classe 1959, avvocata, eletta nel collegio di Messina, è sindaca del paesino di Capri Leone, Luisa Lantieri, eletta nel collegio di Enna, una passata militanza politica nelle fila dell''UDC, è stata anche candidata alle elezioni europee.




Cantiere popolare – L''eletta (nel collegio di Catania) è Valeria Sudano, 32 anni, avvocata, già capogruppo ed ora portavoce PID al consiglio comunale di Palazzo degli Elefanti, è figlia anzi nipote d''arte visto che suo zio è Mimmo Sudano, storico rappresentante della DC catanese.



Nessuno degli altri partiti che hanno superato lo sbarramento del 5 per cento conquistando seggi all''Assemblea Regionale Siciliana ha eletto donne, compreso il partito di Nello Musumeci, diretto sfidante di Crocetta alla carica di presidente della Regione.

'