'Appello per un''Europa senza schiavitù'

'Oggi, 4 dicembre, 200 associazioni lanciano, dal Parlamento europeo, l'' "Appello di Bruxelles per un''Europa liberata dalla prostituzione". Di [Marina Cosi]'

Il tribunale di Bari

Il tribunale di Bari

Redazione 4 dicembre 2012
'



Abbiamo aspettato 150 anni prima di unirci e combatterla chiamandola col suo vero nome. Schiavitù. Ma oggi, martedì 4 dicembre, 200 associazioni lanciano, dal Parlamento europeo, l'' "Appello di Bruxelles per un''Europa liberata dalla prostituzione". Gli anni di oppressione sessuale in verità sono migliaia, ma era il 1862 quando Victor Hugo scrisse la frase che diverrà lo slogan della campagna: "Dicono che la schiavitù sia scomparsa dalla civiltà europea. È un errore. Continua ad esistere, ma grava solo sulla donna. E si chiama prostituzione".


Sull''argomento i diversi paesi si comportano in modi anche molto diversi fra loro, ma sempre con un altissimo tasso di ambiguità, con due lodevoli eccezioni: Svezia ed Olanda. Le cui legislazioni hanno fatto da apripista e adesso, dopo un decennio di applicazione, ne han tratto le conclusioni. Positive. Ed è proprio partendo da queste esperienze che le duecento associazioni contro la violenza sulle donne, attive in 29 stati, con l''appoggio di molti ministri e d''una dozzina di eurodeputati politicamente trasversali, argomenteranno in conferenza stampa come la prostituzione sia innanzitutto una violenza, quindi un ostacolo all''eguaglianza, un attentato alla dignità della persona e infine una violazione dei diritti umani.


Sei le proposte delle associazioni promotrici, che si chiede vengano trasformate dal Parlamento in altrettante Raccomandazioni agli stati membri:

1- eliminare ogni misura repressiva nei confronti delle persone prostituite,

2- condannare ogni forma di sfruttamento della prostituzione,

3- sviluppo di concrete alternative e programmi di uscita dalla prostituzione,

4- vietare qualsiasi acquisto di un atto sessuale,

5- attuare politiche di prevenzione, di educazione all''eguaglianza e alla sessualità,

6- sviluppo di politiche di prevenzione nei paesi d''origine delle persone prostituite.

'