Quando il porco gira in redazione

Oltre 50mila visite per il blog "Il porco al lavoro". Storia di una cronista precaria che ha vissuto la quotidianità del mobbing e delle molestie sessuali sul lavoro.

Stop violenza

Stop violenza

Redazione 19 dicembre 2012
'Roma, 18 dic - Hanno superato quota 50mila le visite totalizzate dal blog (il porco al lavoro) che racconta [b]la storia di Olga, «giornalista precaria[/b] che per due anni e mezzo ha vissuto la quotidianità del mobbing e delle molestie sessuali sul lavoro», in una redazione. Lo comunica l''autrice, che mantiene l''anonimato (si firma O.) per ovvi motivi, in una nota. La storia di O. è quella di tante altre donne: "a 842mila donne - ricorda - è stato chiesto sesso per un posto di lavoro o per un avanzamento di carriera", secondo le stime dell''Istat.



Una realtà difficile da raccontare e che rappresenta un vero e proprio tabù, soprattutto nell''ambito dei media. Il blog «accompagna le lettrici e i lettori dentro i meccanismi sociali e psicologici che stanno alla base della violenza sul lavoro. Un tema che anche sul blog ha scatenato un dibattito acceso. Il racconto si svolge a puntate. Se non capite che cosa sta succedendo, provate a cominciare dal primo post, pubblicato lo scorso 24 luglio». '