#NoViolenza #Donne – Voce ai giovani: una gara di idee

Legambiente, con AIED Roma e Cocoon Projects, rilancia l’iniziativa contro la violenza maschile sulle donne, un bando rivolto a ragazze e ragazzi fra i 18 e i 29 anni.

Il tribunale di Bari

Il tribunale di Bari

Redazione 29 marzo 2013
'

Una gara di idee per un progetto che possa contribuire concretamente a combattere la violenza contro le donne; un’iniziativa che coinvolga i giovani per aumentare la sensibilità verso un problema grave e molto diffuso: “#NoViolenza #Donne – Voce ai giovani: una gara di idee”, è un bando rivolto alle ragazze e ai ragazzi tra i 18 e i 29 anni che vogliano realizzare progetti che possano contribuire a combattere la violenza sulle donne ed il femminicidio. Fino al 5 maggio le idee potranno essere pubblicate sul sito www.noviolenza.it ed essere votate dalla comunità web e successivamente da un apposito comitato.


I primi cinque team parteciperanno poi ad un pitch contest durante un convegno, che si terrà a Roma il 24 maggio 2013 presso La Residenza di Ripetta, alla presenza di esperti, giornalisti, psicologi, operatori di consultorio.


Il vincitore, che sarà proclamato durante il convegno, riceverà un premio di 10.000 euro, di cui 3.000 euro in denaro e 7.000 euro in servizi di supporto alla definizione e all''avvio del progetto, erogati da Cocoon Projects per i tre mesi che seguono l''evento.


“Si dice che il grado di civiltà di un Paese possa essere misurato in base alle condizioni di vita delle donne che ci vivono. In Italia – ha dichiarato il direttore generale di Legambiente Rossella Muroni -, i dati relativi alla violenza e al femminicidio raccontano un Paese che non vorremmo vedere ma che invece è tristemente reale: per questo il ritardo e il silenzio della politica risultano insopportabili. Legambiente si batte da anni per difendere la bellezza dell''Italia e intorno a questa idea ha presentato un disegno di legge che si basa sullo sviluppo di qualità, sulla coesione sociale, sulla tutela del territorio. Ma non ci può essere bellezza che tenga in un Paese in cui le donne muoiono per mano di uomini che le considerano oggetti: rendere una società più bella vuol dire anche difendere i diritti e la vita delle donne”.


Sono ammessi al contest squadre da 1 a 4 partecipanti di età compresa tra i 18 ed i 29 anni che vorranno esprimersi con progetti a scopo culturale e/o pedagogico (progetti attinenti all’ambito culturale o che abbiano finalità pedagogiche, attraverso i quali creare consapevolezza della problematica e insegnare il rispetto per gli altri e per ogni forma di diversità, compresa quella di genere); di prevenzione (progetti che mirano a prevenire il problema della violenza contro le donne, cioè che intendono creare quelle condizioni pratiche in ambito sociale che impediscano o limitino la generazione di forme di violenza); di aumento della sicurezza e/o difesa (progetti che creino forme di protezione e che mettano in sicurezza soggetti a rischio di violenza e chiunque capiti in situazioni pericolose, o che consentano alle persone di sviluppare forme di difesa per contrastare atti violenti) o di supporto e/o assistenza alle donne oggetto di violenza (progetti volti a fornire sostegno di qualsiasi tipo a donne che hanno subito violenza, che puntino alla creazione di molteplici forme di assistenza e supporto alle vittime per aiutarle a recuperare un sano equilibrio personale).



Info e regolamento su www.noviolenza.it'