Made in carcere

Prodotti "utili e futili" fatti da donne ai margini della società con un progetto ecosostenibile e tutto al femminile.

Il tribunale di Bari

Il tribunale di Bari

Redazione 11 luglio 2013
'

Made in Carcere nasce nel 2007, dall''idea di Luciana Delle Donne, fondatrice di Officina Creativa, una cooperativa sociale senza scopo di lucro.


Si producono manufatti "diversa(mente) utili": borse, accessori, originali e tutti colorati. Al lavoro nel laboratorio ci sono venti detenute, alle quali viene offerto un percorso formativo, con lo scopo di un definitivo reinserimento nella società lavorativa e civile.


L''obiettivo del progetto è diffondere la filosofia della "seconda opportunità" per le detenute e della "doppia vita" per i tessuti. Un messaggio di speranza, di concretezza e solidarietà, ma anche di libertà e rispetto per l''ambiente.

Tutti i manufatti nascono dall''utilizzo di materiali e tessuti esclusivamente di scarto, provenienti da aziende italiane sensibili alle tematiche sociali ed ambientali.

Per info e acquisti: http://ecommerce.madeincarcere.it/

'