Wister, ovvero donne e tecnologie

Il secondo meeting nazionale di WISTER - Women for Intelligent and Smart TERritories - è sabato 8 febbraio 2014 a Roma.

Il tribunale di Bari

Il tribunale di Bari

Redazione 27 gennaio 2014

Alfabetizzazione digitale dalle donne per le donne “#D2D”, promosso dalla rete WISTER (Stati Generali dell’Innovazione), è al suo secondo learning meeting. “Tecnologie digitali e Social network” avrà luogo nella sala conferenze della Città dell’altra economia (Largo Dino Frisullo), l’8 febbraio 2014, con il contributo di 9 professioniste del digitale e dei social network e confrontandosi insieme con istituzioni sensibili al tema “donna e tecnologie”: Eugenio Patanè, presidente Commissione Cultura e Pari Opportunità della Regione Lazio, Marta Leonori, Assessore a Roma Produttiva di Roma Capitale e Stefania di Serio, Presidente Commissione Commercio e Ambiente del I Municipio.



“Le WISTER”, Women for Intelligent and Smart TERritories, “continuano con i loro interventi per diminuire il digital divide di genere. Le ICT sono il 7/8% del PIL europeo e si prevedono 700 mila posti di lavoro entro il 2015 nel settore. Non possiamo rimanere con le mani in mano, servono consapevolezza e competenze digitali” - dichiara Flavia Marzano, presidente di Stati Generali dell’Innovazione e ideatrice del gruppo WISTER. “Gli Interventi formativo-informativi sono il nostro modo per condividere e diffondere la conoscenza della rete, per fare digital literacy”.



Il programma offre una panoramica sui social media e sui loro diversi aspetti, dal giuridico al tecnico e alla comunicazione e verte su diversi temi come turismo, pubblica amministrazione, formazione on line e consigli utili su come presentare e presentarsi al meglio e trovare lavoro attraverso la Rete.