'Tutt''altro genere di informazione, il 10 novembre a Milano'

'Appuntamento alla Casa delle donne per la presentazione del manuale sulla corretta rappresentazione delle donne nell''informazione.'

Il tribunale di Bari

Il tribunale di Bari

Redazione 4 novembre 2015

“Brambilla è la rossa ex fedelissima di Silvio”, “Maria Elena Boschi ha un vestito rosso da svenimento”, “la cantante Shakira è la capofila di una schiera di sgallettate”.

Sulle prime pagine dei giornali e nei sommari dei TG, le donne fanno notizia principalmente come vittime di violenza (48%) mentre compaiono come protagoniste delle notizie solo nel 17% dei casi. Sono presentate come “esperte” nel 19% e 17% dei casi, mentre hanno una presenza “paritaria” (42% e 54%) nella rappresentazione della “gente comune”. Nonostante il 40% dei giornalisti siano donne, queste sono solo il 20% delle firme in prima pagina.

Sono alcuni dei dati contenuti nella pubblicazione Tutt’altro genere d’informazione, frutto della ricerca svolta dal gruppo Pari Opportunità dell’Ordine dei Giornalisti in collaborazione con l’Osservatorio di Pavia e con la consulenza linguistica di Stefania Cavagnoli.

Vengono poi analizzati una serie di casi concreti, individuando esempi sia di “cattive pratiche” (stereotipi palesi o occulti) sia di ”buone pratiche”. Seguono alcune linee guida e raccomandazioni, con una serie di interviste a direttori e direttrici di media e a personalità della scienza e della cultura. L’ultima parte è una riflessione sulla lingua e sul suo uso corretto.

La ricerca sarà presentata martedì 10 novembre, alle ore 18.30, alla Casa delle Donne di Milano (Via Marsala, 8).Partecipano Monia Azzalini, Gegia Celotti, Giovanna Pezzuoli, Luisella Seveso. Introduce Grazia Longoni della Casa delle Donne di Milano.

errore exec-esito

errore exec-esito