Solidarietà a Marilù Mastrogiovanni

Nuove minacce alla giornalista che denuncia le infiltrazioni mafiose

Marilù Mastrogiovanni

Marilù Mastrogiovanni

Redazione 15 marzo 2017

Non si fermano le intimidazioni contro Marilù Mastrogiovanni, la coraggiosa direttrice de Il tacco d’Italia, che denuncia le infiltrazioni mafiose nel Basso Salento. L’ultima puntata delle minacce ha avuto per teatro Twitter e sono per opera di un consigliere comunale. Insulti pesantissimi, i soliti che l’arrogante misoginia ha sempre utilizzato per colpire le donne a partire dal loro corpo.

Marilù, che fa parte anche del direttivo nazionale di Giulia, ha la solidarietà di tutti i colleghi, come hanno ribadito segretario e presidente della Fnsi, che venerdì 17 la riceveranno a Roma a sostegno della sua battaglia. Telefonate, minacce, pedinamenti, il suo cane ucciso a bastonate e ritrovato col cranio fracassato, la paura per i figli, i manifesti dell''amministrazione comunale che la accusava di infangare il buon nome della città... Marilù non demorde, ma ammette di vivere nella paura, nonostante l’auto della polizia inviata a protezione sotto la sua abitazione.


Come Giulia le siamo vicine e solidali, come donne e come giornaliste, perché abbiamo doppia esperienza storica ed esistenziale di quanto feroce ancora sia il “Tu devi stare zitta!!”.


Parlano da soli insulti e minacce riportati sul sito Fnsi:


 


www.fnsi.it/nuove-minacce-alla-giornalista-marilu-mastrogiovanni-la-fnsi-al-fianco-della-collega#.WMh2Lzfsvxs.facebook