Pubblicità sessista: Cina, proteste per spot scandalo trasmesso in metrò

Nel video, una bella donna discinta e distesa su un divano sussurra la parola "setti" che in cinese vuol dire "eiaculi" mentre un sottotitolo allude a una pagina web.

Il tribunale di Bari

Il tribunale di Bari

Redazione 28 dicembre 2011
'Shabgai, 28 dic - Sta creando proteste e rimostranze un video pubblicitario che viene trasmesso nelle stazioni delle tredici linee della metropolitana di Shanghai, in cui una ragazza mezza nuda nuda pronuncia un pesante doppio senso. Nel video, una bella ragazza discinta e distesa su un divano sussurra frasi sull''impostazione di un famoso portale cinese come homepage del proprio computer. La giovane recita solo la prima parte della frase, fermandosi alla parola ''setti'' (voce del verbo ''''settare''''), mentre un sottotitolo allude alla pagina web. Il fatto e'' che la parola cinese per ''setti'' si pronuncia come ''eiaculi''. Il pubblico, invece di capire la frase ''incredibile, solo quando tu setti'', sente la frase ''incredibile, solo quando tu eiaculi''''.
In molte stazioni si sono organizzate vere e proprie proteste. In particolare perche'' la pubblicita'' finisce con il primo piano della ragazza che chiede: ''''Allora, hai settato?'''', dove l''ultimo termine viene percepito come ''eiaculato''. Un''altra versione della stessa pubblicita'' e'' recitata da una giovane con indosso solo una maglietta aderente, che dice le stesse battute. Il video della pubblicita'' e'' fra i piu'' cliccati sui social network cinesi. Molti nelle stazioni si dicono imbarazzati e si vedono anche genitori che coprono le orecchie dei bambini per non far sentire la pubblicita''.
Al sito cinese di informazione Eastday, un responsabile della societa'' Internet che ha commissionato la pubblicita'' ha detto di aver scelto quella parola per far rimanere impresso nella mente della gente il loro sito. Lo stesso responsabile ha detto che la societa'' e'' oggetto di un''ondata di proteste via telefono e via email, per cui sta pensando di rimuovere la pubblicita''. E'' scesa in campo anche l''''amministrazione municipale di Shanghai, che ha annunciato un''inchiesta. '