Solidarietà ecosostenibile: in mostra 10 mila donne del Sud del mondo

'Foto, filmati, video da domani al 30 marzo al Castello D''Albertis Museo delle Culture del Mondo di Genova, a cura della Bottega Solidale'

Il tribunale di Bari

Il tribunale di Bari

Redazione 18 gennaio 2012
'Genova, 18 gen - Un mondo imprenditoriale fatto di integrazione, solidarieta'' e, soprattutto, di donne, promotrici di uno sviluppo sostenibile, sociale ed economico. A raccontare queste realta'' attraverso fotografie, filmati, video interviste e oggetti tradizionali, e'' la mostra [i]Donne del sud del mondo, cuore di imprese, integrazione ed economia solidale[/i], da domani al 30 marzo al Castello D''Albertis Museo delle Culture del Mondo di Genova. A cura di La Bottega Solidale, la mostra racconta le oltre 10.000 donne del commercio equosolidale in tre continenti (Africa, Asia e Sudamerica), con un focus sull''Italia, attivita'' didattiche, laboratori, corsi di cucina e una rassegna cinematografica.
Il commercio equo e solidale si fonda sulla relazione paritaria fra i soggetti coinvolti, dai produttori ai consumatori. All''interno di questa dinamica e'' sempre piu'' importante il contributo femminile: secondo la Fair Trade Federation, infatti, le donne rappresentano il 70-80% dei lavoratori artigianali ed il commercio equo e solidale le sostiene nel percorso di emancipazione, valorizzandone il potenziale imprenditoriale e l''esperienza nelle tecniche tradizionali.
La mostra vuole raccontare alcune di queste storie di donne che hanno rovesciato le regole del mercato in Africa, Asia e Sudamerica, ma anche di quelle che, emigrate in Italia dall''Eritrea come dall''Egitto, hanno saputo trasformarsi in un esempio di integrazione.
'