Ogni anno tre milioni di adolescenti abortiscono. A rischio e illegalmente

'Secondo l''Oms, Organizzazione mondiale della sanità, occorrono politiche per proteggere le giovani da gravidanze precoci e favorire la contraccezione'

Stop violenza

Stop violenza

Redazione 16 maggio 2012
'Roma, 14 mag - [b]Ancora bambine ma gia'' madri. Sono circa 16 milioni[/b] nel mondo, ogni anno, le adolescenti che partoriscono. La maggioranza in Paesi a basso e medio reddito. E ben 3 milioni di coetanee ricorrono ad aborti illegali e rischiosi. Ad accendere i riflettori sul fenomeno e'' l''Organizzazione mondiale della sanita'' (Oms), che ricorda come fra le mamme bambine si contino due milioni di ragazzine sotto i 15 anni. Gravidanze spesso indesiderate che "hanno serie conseguenze per la salute delle madri adolescenti e dei loro bambini", tanto che le gravidanze delle giovanissime sono "un''importante causa di mortalita'' materna e neonatale", spiegano gli esperti.


Nel mese di maggio [b]l''Oms ha adottato una risoluzione che sollecita gli stati[/b] membri ad accelerare le azioni per migliorare la salute delle giovani. Il testo include una serie di misure: rivedere le politiche per proteggere le giovani da gravidanze precoci; dare accesso alla contraccezione e ai servizi per la salute riproduttiva; infine promuovere un''informazione accurata sulla salute sessuale e riproduttiva. Con questi obiettivi l''Oms ha stilato delle linee guida ad hoc, insieme all''Unfpa (United Nation Population Fund), ''forti'' di alcuni ambiziosi obiettivi: ridurre i matrimoni prima dei 18 anni, creare un clima a supporto della riduzione delle gravidanze sotto i 20 anni, aumentare l''uso dei contraccettivi tra gli adolescenti a rischio di gravidanze indesiderate, ridurre il sesso ''forzato'' fra teenager e gli aborti illegali, aumentare il ricorso all''assistenza sanitaria durante la gravidanza e subito dopo il parto da parte delle giovanissime mamme.'