Nascere donna. India il posto peggiore, meglio il Canada

'Secondo lo studio Trustlaw sui paesi del G20, l''Italia all''ottavo posto. Ma le italiane restano discriminate sul lavoro (e in casa)
'

Il tribunale di Bari

Il tribunale di Bari

Redazione 14 giugno 2012
'Londra, 13 giu - [b]Il peggior posto per essere nate donne? L''India[/b] dove imperano ancora matrimoni forzati anche da bambina, infanticidi e addirittura la schiavitù. Al contrario, la palma dello stato più attento alle donne e alle loro necessità, va al [b]Canada[/b]. E'' il risultato dell''indagine del che vede [b]l''Italia all''ottavo posto,[/b] dopo Germania (al secondo posto), Gran Bretagna, Australia, Francia, Usa e Giappone. Fanalini di coda poco prima di Delhi invece Sudafrica, Indonesia e Arabia Saudita, dove le donne non possono guidare e solo nel 2011 hanno ottenuto i diritto di votare.


Il sondaggio, realizzato tra 370 specialisti di questioni di genere e resa pubblica in previsione del G20 in Messico del 18 e 19 giugno, cita tra gli elementi di valutazione [b]l''accesso al lavoro, le diseguaglianze in famiglia e gli abusi.[/b] In India poi, ha spiegato Gulshun Rehman di Save the Children citato nel rapporto, "le donne e le ragazze continuano a essere vendute come schiave, date in sposa anche a dieci anni, bruciate vive e abusate sessualmente". Le italiane, a meta'' classifica, stanno meglio ma ancora non hanno gli standard di altri paesi europei. Il rapporto cita Daniela Colombo dell''Associazione italiana donne per lo sviluppo secondo cui in Italia "le donne restano discriminate sul lavoro" per non parlare del fatto che le italiane dedicano ancora tre ore di piu'' al giorno ai lavori domestici rispetto agli uomini. '