Usa 2012: dibattiti troppo maschilisti, tre ragazze lanciano petizione per quote rosa

Le tre adolescenti, del New Jersey, hanno già raccolto 130 mila firme. Quanto basta per presentarsi martedì prossimo a Washington con la loro richiesta

Stop violenza

Stop violenza

Redazione 28 luglio 2012
'New York, 28 lug - [b]I dibattiti presidenziali peccano di eccessivo maschilismo[/b], mancano le [i]quote rosa[/i]. E cosi che tre adolescenti del New Jersey hanno lanciato una petizione per chiedere alla commissione per i dibattiti presidenziali di nominare una donna tra i moderatori dei prossimi dibattiti. Finora le giovani hanno gia'' raccolto 130 mila firme, quanto basta per presentarsi a Washington il prossimo martedì ed avanzare la loro richiesta alla Commissione. L''ultima volta che una donna ha ottenuto [i]lo scettro[/i] di moderatrice risale al 1992 quando Carole Simpson, giornalista della Abc, moderò il dibattito a Richmond in Virginia tra gli allora candidati alla presidenza Bill Clinton, George W. Bush e Ross Perot. Poi il vuoto totale. L''ultima donna che invece ha moderato i dibattiti tra le aspiranti vice presidente e'' stata Gwen Ifill di Pbs Newshour, nel 2004 e 2008. La Commissione per i dibattiti presidenziali ha detto che i nomi delle moderatrici e dei moderatori saranno annunciati in agosto. Sul sito internet della petizione, tra le papabili ci sono Christiane Amanpour, Rachel Maddow, Katie Couric, Diane Sawyer, Gwen Ifill e Leslie Stahl. Tra le 17 persone facenti parti della Commissione per i dibattiti, solo tre sono donne. ''''Firmo perche'' le elezioni presidenziali di quest''anno sono cruciali per le donne - ha commentato una delle sottoscriventi -. Solo una donna puo'' chiedere onestamente alle nostre candidate e ai nostri candidati le domande che avranno un impatto sul nostro futuro''''.'