India, appello del governo contro la strage delle neonate

'Il ministero indiano per la Donna e l''Infanzia ha chiesto alle autorità pubbliche un "giuramento" contro l''infanticidio e gli aborti selettivi'

Il tribunale di Bari

Il tribunale di Bari

Redazione 10 agosto 2012
'Nuova Delhi, 9 ago - Il ministero indiano per la Donna e l''Infanzia ha chiesto alle autorita'' pubbliche che oggi si impegnino con un [i]giuramento[/i] a combattere l''odioso fenomeno dell''[b]infanticidio femminile[/b] e degli [b]aborti selettivi[/b]. Oggi e'' infatti una giornata speciale perche'' si ricorda il movimento di disobbedienza civile [i]Quit India[/i] (Via dall''India) lanciato esattamente 70 anni fa dal Mahatma Gandhi contro i colonialisti britannici. Secondo quanto riportano i media locali, il dicastero di New Delhi ha infatti inviato una lettera a tutti gli uffici centrali e periferici in cui si ricorda l''allarmante declino delle neonate che in dieci anni sono scese da 927 a 914 contro 1.000 maschi. Nella circolare, si invita a pronunciare "un solenne giuramento" alla Costituzione in cui promette di combattere il fenomeno che rischia di avere ripercussioni negative sull''equilibrio futuro della giovane popolazione indiana. Attualmente, nelle zone rurali degli Stati settentrionali, dove il divario e'' piu'' ampio, questa [i]strage[/i] silenziosa delle bambine ha portato a una [i]caccia[/i] alle spose. Ma la piaga degli aborti selettivi e'' anche presente tra le classe medio alta delle metropoli come New Delhi. '