Dice no a matrimonio combinato, violentata dal cugino. A Brescia

La ragazza pachistana di 19 anni, che vive sul Garda con la famiglia, è stata più volte violentata dal cugino e sottoposta a violenze fisiche e psicologiche dal padre. Entrambi sono stati arrestati

Il tribunale di Bari

Il tribunale di Bari

Redazione 29 settembre 2012
'Brescia, 29 set - Non voleva sposare il cugino residente in Pakistan cui era stata promessa contro la sua volonta''. Per questo una ragazza pachistana di 19 anni, che vive sul Garda dal 2008 con la famiglia, e'' stata piu'' volte violentata dal cugino coetaneo e sottoposta a violenze fisiche e psicologiche dal padre 43enne. Grazie alla ragazza che ha trovato il coraggio di chiedere aiuto ad un''amica connazionale, i due uomini sono stati arrestati dai carabinieri della compagnia di Salo'' (Brescia). [b]Dovranno rispondere delle accuse di violenza sessuale aggravata e sequestro di persona in concorso[/b].



La ragazza era stata promessa in sposa ad un cugino connazionale. Al rifiuto della giovane di sottostare alla volonta'' del padre sono cominciate le violenze, fisiche e psicologiche: la 19enne e'' stata rinchiusa in casa ed e'' stata piu'' volte stuprata dal cugino, per punizione. Le violenze sono continuate fino a quando la ragazza ha chiesto aiuto ad un'' amica, che a sua volta si e'' rivolta ai carabinieri. I militari sono riusciti a parlare direttamente con la 19enne, che lo scorso 26 settembre ha denunciato loro le violenze subite, raccontando anche i particolari piu'' cruenti. Dopo la denuncia la ragazza e'' stata minacciata di morte con un grosso coltello da cucina dai parenti, venuti a conoscenza del contatto avuto dalla giovane con i carabinieri. I militari di Salo'' sono entrati in azione il giorno stesso, arrestando il padre ed il cugino della giovane, trovata in lacrime rinchiusa in casa. Appena in tempo: lo stesso giorno la ragazza avrebbe dovuto rientrare in patria, come testimoniato dai biglietti aerei gia'' prenotati trovati dai militari. La 19enne e'' stata affidata ad una struttura protetta. Il gip ha convalidato l''arresto dei due uomini.

'