Scacco al re, mostra fotografica contro il femminicidio

La mostra sulla violenza di genere si inaugura oggi e resterà aperta fino al 30 gennaio alla Biblioteca Municipale Borghesiana, Roma.

Il tribunale di Bari

Il tribunale di Bari

Redazione 17 gennaio 2013
[b]Sono mogli, madri, compagne, fidanzate uccise dagli uomini[/b] che stavano loro accanto, mariti, padri, fidanzati, ex compagni per sopraffazione, possesso, per un modo sbagliato di vivere il rapporto con l’altra, per incultura generale, quella che ancora domina le relazioni uomo-donna nel nostro Paese. Sono 113 le donne uccise in Italia solo nel 2012 (73 dal proprio partner), una strage, una violazione perpetrata dei diritti umani che “deve essere affrontata in modo politico, come una piaga sociale”, non come episodi di cronaca nera.



La cooperativa TDL vuole che questo messaggio venga raccolto e diffuso: nel nostro piccolo, sperando di interessare l’impegno politico ed associativo delle realtà dell’VIII municipio di Roma, proponiamo questa iniziativa.
[b]Una mostra fotografica sulla violenza di genere[/b], cinque storie che vanno dalla violenza fino alla rinascita con lo “Scacco al Re”; storie raccontate da cinque fotografi, ognuno con il proprio stile e la propria esperienza di vita.



La mostra verrà [b]inaugurata oggi, alle ore 17.30[/b], con un intervento sulla tematica della violenza di genere a cura del dott. Mauro Sorrentini, psicologo e psicoterapeuta, presidente della cooperativa sociale TDL.



[b][i]Scacco al Re [/i][/b] alla Biblioteca Municipale Borghesiana in Largo Monreale (via di Vermicino, Roma), resterà aperta fino al 30 gennaio e sarà visitabile con i seguenti orari: dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 19.00, dal lunedì al sabato (escluso sabato pomeriggio).


[b]La mostra è a ingresso gratuito per gli iscritti alla biblioteca[/b]