Nadia Santini è la chef più brava al mondo

A lei che col figlio Giovanni guida il ristorante Dal Pescatore a Runate di Canneto sull’Oglio (Mantova), il premio Veuve Clicquot World’s Best Female Chef 2013.

Il tribunale di Bari

Il tribunale di Bari

Redazione 4 aprile 2013
'Milano, 3 apr - Con modestia si definisce ''''[b]autodidatta[/b]'''' ma in realta'' Nadia Santini, che ha vinto il premio per la miglior chef del mondo - quasi mille esperti chiamati a votare nell’ambito del 2013 Veuve Clicquot World''s Best Female Chef, il concorso collegato alla premiazione che ogni anno riunisce a Londra i migliori 50 ristoranti del mondo - nella sua professione non ha lasciato nulla al caso: la conoscenza rigorosa degli alimenti, l''attenzione alla terra e al luogo dove lavora, la preparazione al limite del maniacale.



E infatti, prima di decidere di passare la vita sui fornelli, a 20 anni, nel 1974, Nadia, oggi 58 anni, nata a San Pietro Mussollino (Vicenza), si diploma all''Istituto tecnico biologico sanitario di Mantova. Studia, cioe'', la scienza dell'' alimentazione, allora una vera e propria novita''. Si sposa con Antonio, un anno piu'' grande, entrambi studenti universitari di Scienze Politiche che insieme non terminano gli studi ma portano avanti un progetto piu'' grande. E'' cioe'' portare a livello internazionale, e ora mondiale, il ristorante [i]Dal Pescatore[/i], ereditato da lui, che si trova a , scegliendo Nadia Santini, chef del ristorante Dal Pescatore di Runate di Canneto sull’Oglio, tra Mantova e Cremona. Il locale, anzi allora era una locanda, fu fondato dalla nonna di Antonio, Teresa, nel 1925. Si chiamava [i]Vino e Pesce[/i]. [b]Il nonno pescava pesci gatti,[/b] tinche, carpe e lucci e queste erano le basi delle pietanza. I [i]frutti[/i] del fiume.



[b]Ma tutto cambia a meta'' degli anni Cinquanta [/b]e poi, con l''arrivo degli sposi, negli anni ''70. Non muta solo il nome, ma tutto. Nadia e Antonio rivoluzionano la cucina del ristorante: ''''Antipasti, pesce e carne: oche, galline, germani - spiega la grande chef -. Ho iniziato a cucinare, come poi ho sempre proseguito, animali che vivevano liberi nella zona perche'' noi siamo, anche economicamente, quello che produciamo''''. Di li'' sara'' sempre piu'' un successo: nel 1996 Nadia Santini e'' stata la [b]prima italiana a ottenere tre stelle Michelin.[/b] E nell''azienda di famiglia lavorano i figli Giovanni, 36 anni, e Alberto, 29: il primo laureato - dice con orgoglio - in Scienze e Tecnologia dell''alimentazione all''Universita'' di Piacenza, il secondo in Economia e marketing a Parma. Qual e'' un suo piatto speciale? ''''In questo periodo [i]Il cappello da prete[/i], un taglio di manzo con vino e polenta di storo o tante altre pietanze vegetariane che oggi vanno incontro a una nuova tendenza alimentare''''.



'

errore exec-esito

errore exec-esito