Hanno deciso gli episodi, 20 storie sui luoghi comuni del calcio

Dal 24 settembre in libreria una raccolta di racconti sul calcio e i suoi luoghi comuni. Tra gli autori la nostra collega Mara Cinquepalmi.

medici obiettori

medici obiettori

Redazione 21 settembre 2015
'

La palla è rotonda, l''allenatore non arriva a mangiare il panettone, ci vuole la moviola in campo e tantissimi altri. Chi di noi non si è imbattuto in uno di questi o l''ha usato per commentare una partita della squadra del cuore?
Un giornalista bolognese, [b]Paolo Soglia[/b], li ha raccolti ed ha chiesto a 22 colleghi di scrivere un racconto ispirato a modi di dire e frasi fatte sul gioco più bello del mondo. Si intitola "[i]Hanno deciso gli episodi - 20 racconti sul calcio e i suoi luoghi comuni[/i]" e viene presentato giovedì 24 settembre, alle ore 18, alla Feltrinelli di Piazza Ravegnana di Bologna.


Il libro, edito da Pendragon, è un omaggio alla narrazione del calcio. Troverete un elenco ragionato di frasi fatte, banalità, modi di dire, lessico gergale e termini “tecnici” che caratterizzano da oltre un secolo il linguaggio del calcio.
I racconti, preceduti da uno scritto di Stefano Benni, sono lunghi 90 righe più recupero, come i minuti della partita, in cui c''è di tutto: episodi reali di vita vissuta o storie di fantasia, dotte dissertazioni e arditi parallelismi, come spiega l''autore. Filo conduttore tra un racconto e l''altro il luogo comune calcistico.


Paolo Soglia schiera in campo una squadra che avrebbe fatto invidia al calcio champagne di Arrigo Sacchi: Andrea Aloi, Nico Ambrosino e Paolo Noto, Fabio Bonifacci, Luca Bottura, Mario Bovina, Claudio Caprara, Mara Cinquepalmi, Max Di Brandimarte e Piero Di Domenico, Giovanni Egidio, Roberto Manservisi, Giacomo Manzoli, Emilio Marrese, Bob Messini, Gianluca Morozzi, Fernando Pellerano, Christian Poli, Beppe Ramina, Gian Giacomo Rosiello, Paolo Soglia, Marcella Volpe.
Tra gli autori, come avrete letto, c''è la nostra collega e "giulia" Mara Cinquepalmi, che da tempo cura "Un certo genere di sport", un progetto sugli stereotipi nell''informazione sportiva.


Si parla tanto in questo periodo di informazione sportiva, anche da un punto di vista di genere, ed uno dei luoghi comuni è, ad esempio, che il calcio non è uno sport per signorine. Oppure che le donne non capiscono il fuorigioco. Questi ed altri luoghi comuni, appunto, troverete nel libro e con un po'' di sana ironia potremo spiegare ai nostri uomini che "non esistono partite impossibili".

'