L'uomo perfetto

"Alla ricerca di mr. Darcy", l'ultimo lavoro di Giovanna Pezzuoli uscito in occasione del bicentenario della morte della scrittrice Jane Austen

Alla ricerca di mr. Darcy

Alla ricerca di mr. Darcy

Redazione 23 ottobre 2017

Che tipo di uomo? Con quali pregiudizi e stereotipi o al contrario con quali autonomie di cuore e di intelletto? La letteratura è un palcoscenico dei modi di essere e dei relativi e spesso nascosti desideri. C’è di tutto, da sempre: ce li fa conoscere, poi tocca a noi scegliere quale. Per questo è molto interessante oltre che gradevole leggersi Alla ricerca di mr. Darcy, l’ultimo lavoro di Giovanna Pezzuoli, 120 pagine edite da Iacobelli e dedicate al protagonista emblematico di Orgoglio e pregiudizio, un uomo capace di cambiare idea e di rispettare anzi apprezzare l’intelligenza e la libertà femminili.


Il libro, uscito per il bicentenario della morte della scrittrice, studia la struttura psicologica, prima ancora che letteraria, di questo signor Fitzwilliam Darcy e lo raffronta con altri personaggi maschili inventati da Jane Austen; quindi li paragona a quelli ben diversi usciti dalla penna delle sorelle Bronte. Le quali, pur magnifiche e pur avendo scritto un ventennio dopo Austen, attingono però ad archetipi maschili più arcaici. Archetipi, come sappiamo, ancora attuali e pericolosi: passione, gelosia, follia…


Scrittura lieve e informazione accurata quella di Giovanna Pezzuoli -  già al Giorno, quindi al Corriere della Sera, ora alla 27esimaOra e nella redazione di Leggendaria, componente del Direttivo nazionale di Giulia – che fa leggere d’un sorso il libretto e ci consegna anche in finale una preziosa filmografia e bibliografia sui romanzi (o opere visive tratte dai romanzi) di Jane Austen. Come dire, Jane e Giovanna… .


La quale Giovanna, immedesimandosi in Jane (e pure in Lizzie), al termine del primo capitolo - dopo una puntuale analisi del deludente incontro fra i due protagonisti e poi del ribaltamento di scena -  conclude: “Quale donna non vorrebbe incontrare un uomo così? Forse è questo il segreto dell’intramontabile appeal del personaggio: è il perfetto maschio eterosessuale, proiezione dei desideri femminili”.