Buon lavoro Elisabetta!

Il nuovo avanza anche all'Ordine dei Giornalisti. Il Consiglio nazionale, dove siedono solo 12 donne, ha eletto vicepresidente la collega Cosci

Elisabetta Cosci

Elisabetta Cosci

Redazione 25 ottobre 2017

Il nuovo avanza anche all’Ordine, grazie alla tenacia di chi per anni ha combattuto per riformarlo. E oggi un ulteriore passo avanti viene dall’elezione a vicepresidente della collega Elisabetta Cosci, una Giulia per inciso, da parte del rinnovato Consiglio nazionale. Nel quale, purtroppo, siedono soltanto dodici donne, cioè un misero quinto del totale... Auguri quindi e innanzitutto al neoletto presidente Carlo Verna e buon lavoro a tutti i colleghi che affiancheranno Carlo ed Elisabetta.


Di lei ecco una breve biografia, rintracciabile anche sul sito dell’Odg:


Nata  a Livorno il 9 aprile 1956 è iscritta all’ordine dal 1984. Ha collaborato con radio (radio flash, CNR), tv (RTL, Tele Elefante),  quotidiani (il Tirreno, la Nazione, Il Telegrafo, l’Unità, il Manifesto) e periodici, in particolare con il mensile di TV Sorrisi e Canzoni, Tutto  e con Nuovo Consumo. Ha diretto per la CGIL Livorno Bassa val di Cecina il mensile Nuova proposta-CGIL. Con Paolo Malventi ha coordinato il volume sulla vicenda della nave di rifiuti tossici KARIN B. Dal 1991 ha iniziato l’attività di Ufficio stampa per le mostre di arte moderna e contemporanea e per gli incontri a Castello Pasquini.


Dal 2000 cura l’ufficio stampa dell’associazione Armunia Festival, Castiglionello (LI) e del festival Inequilibrio, con la quale ha un contratto di co.co.co e per la quale ha diretto il semestrale di filosofia e cultura Babel, condirettore Alfonso Iacono.


Ha collaborato con Alessandro Benvenuti e con Micha van Hoecke per i quali ha curato  l’ufficio stampa. Collabora come ufficio stampa con il teatro Cantiere Florida di Firenze. Ha creato e dirige con Gianpaolo Boetti il festival "Le vie del giornalismo" a Castagneto Carducci/Bolgheri (Li).


E’ stata docente a corsi formativi di “giornalismo e ufficio stampa”.