Rai, contratti di maternità

Da due anni il sindacato, attraverso le Commissioni pari opportunità di Fnsi e Usigrai chiedevano che la civile consuetudine venisse ripristinata

Donna incinta a lavoro

Donna incinta a lavoro

Redazione 16 febbraio 2018

Da anni ormai il contratto di sostituzione di maternità era sparito dalle buone pratiche di molte aziende editoriali. Anche da quelle della Rai, che pure è un’azienda pubblica. Da due anni il sindacato, attraverso le Commissioni pari opportunità di Fnsi e Usigrai, sostenute dalla consigliera nazionale di parità, Franca Cipriani, chiedevano insistentemente che la civile consuetudine venisse ripristinata. Finalmente l’azienda ha ricominciato a sostituire alcune colleghe in assenza per maternità. Un’inversione di tendenza che va segnalata e che si spera faccia scuola

commenti