Cgil: un sesto degli iscritti in Lombardia, il 42% sono donne

Gli iscritti e le iscritte lo scorso anno erano 912.272. Presentato a Milano il primo bilancio sociale

Il tribunale di Bari

Il tribunale di Bari

Redazione 1 novembre 2011

'Milano, 21 nov - Nel 2010 in Lombardia gli iscritti alla Cgil erano 912.272, un sesto dei tesserati a livello nazionale. Di questi il 42% sono donne (385.374), il 52% pensionati (476.709) e il 7% immigrati (58.278 attivi, contro 2.463 disoccupati). E'' uno dei dati emersi nel corso della presentazione questa mattina a Milano del primo Bilancio Sociale della Cgil Lombardia, che ha fotografato in 200 pagine le specificità, le attività, la rete di relazioni, il flusso decisionale, l''organizzazione, la gestione delle risorse e gli obiettivi di miglioramento della maggiore organizzazione sindacale lombarda. Territorialmente, il comune di Milano con 229.941 tesserati, rappresenta il cuore del sindacato nato nel 1960, seguita da Brescia (113.691), Bergamo (93.183) e Varese (71.504). Al 31 dicembre 2010, le persone che lavorano per Cgil Lombardia sono 53, tra cui 41 componenti fanno parte dell''apparato politico (eletti o nominati) e 12 dell''apparato tecnico, a cui si aggiungono tre volontari. Il loro compenso mensile lordo (non comulabile) oscilla dai 1.884 euro (profilo apparato tecnico) ai 3.352 euro (profilo apparato politico). Nel volume, aperto dalla "Lettera agli stakeholder" a firma del segretario generale lombardo Nino Baseotto e di quello organizzativo Stefano Landini, si legge che le entrate sono state di 3.310.249,64 euro e che la maggior parte dei ricavi derivano dal tesseramento (contributi sindacali al 92,46%, in calo del 4,79% rispetto al 2009), mentre le uscite sono state di 3.327.616,42 euro, con il settore del personale in cui vengono investite più risorse (47,89%, -4,8% circa rispetto al 2009). Deciso, rispetto all`anno precedente, il contenimento effettuato sulle spese generali (-9,1 %) e sull`attività politi-co-organizzativa (- 8,3 %). Il Bilancio Sociale è disponibile integralmente sul sito www.bilanciocgil.it (tmnews)'