Palermo, sabato in piazza contro i femminicidi

'La manifestazione organizzata dal Coordinamento antiviolenza 21 luglio, a cui aderisce anche GiULiA: un''emergenza finora troppo sottovalutata, anche dai media.'

medici obiettori

medici obiettori

Redazione 20 luglio 2012

Sabato 21 luglio alle ore 9.00 partirà la manifestazione “Basta femminicidi”. Intento della manifestazione, nelle intenzioni delle organizzatrici, riunitisi sotto la sigla “Coordinamento Antiviolenza 21 luglio” è quello di lanciare un grido di allarme verso un’emergenza finora troppo sottovalutata e non più trascurabile, un’emergenza che non è più di ordine pubblico o di semplice sicurezza ma di rilevanza ormai sociale. I dati sono drammatici: 78 donne uccise dall’inizio del 20102, migliaia di donne oggetto di violenza sia tra le mura domestiche sia fuori.



L’Italia è tra i paesi al mondo con un altissimo tasso di violenza sulle donne che non trova sul piano delle azioni a contrasto una sufficiente attenzione tanto da aver fatto dichiarare all’ONU che in Italia la violenza sulle donne, i femminicidi, sono Crimine di Stato.



Le donne del corteo saranno tutte vestite di bianco con un particolare rosso. Precederà uno striscione. La manifestazione terminerà a piazza Verdi (teatro Massimo) dove si svolgerà un momento di riflessione comune con interventi e distribuzione di materiale informativo.



L’intento è anche quello di sottoporre alle amministrazioni comunali e regionali la necessità di alcune misure in merito a: prevenzione, educazione e tutela. In merito al tema della certezza della pena. In merito al sostegno degli operatori e delle operatrici (centri antiviolenza, operatori sociali, operatori sanitari e medici) che si occupano di violenza sulle donne.



Più in generale si vuole attivare un percorso di “rieducazione collettiva” nei confronti delle relazioni tra uomo e donna attraverso la sensibilizzazione a più livelli. proponendo alcuni provvedimenti concreti.



La rete del coordinamento, alla quale aderiscono associazioni, coordinamenti, persone singole, vuole anche costituirsi come una rete di solidarietà e di supporto a quanti operano in questi ambiti nel silenzio, nella solitudine e nell’abbandono.




Aderiscono alla manifestazione:



ALBA, Palermo


ANLAIDS, Associazione nazionale lotta
all’AIDS


A.P.U.S. Onlus, Associazione
Professionisti Uniti per il Sociale, Bronte/Belpasso


ARCA , Federazione Associazioni e
comunità Immigrate Palermo


ARCIGAY PALERMO


ASSOCIAZIONE ANTIMAFIE “RITA ATRIA”


ASSOCIAZIONE A SUD


ASSOCIAZIONE MUTAZIONI PALERMO


ASSOCIAZIONE VIGLIENA PALERMO


CAMERA DEL LAVORO DI BRANCACCIO E DELLO
ZEN, Palermo


CENTRO ANTIVIOLENZA PIAZZA ARMERINA


CENTRO SOCIALE EX KARCERE PALERMO


CENTRO SOCIALE ANOMALIA PALERMO


CGIL, Palermo


COLLETTIVO ANILLO DE FUEGO PALERMO


COLLETTIVO MALEFIMMINE Palermo


COMITATO
PIÙDONNEPIÙPALERMO


CONSIGLIO
COMUNALE DI PALERMO


COORDINAMENTO
DONNE SEL PALERMO


COORDINAMENTO DONNE SEL TRAPANI


COORDINAMENTO DONNE DIRETTIVO
PROVINCIALE PD Palermo


COORDINAMENTO REGIONALE DONNE PD
SICILIA


CPS PALERMO COORDINAMENTO PRECARI
SCUOLA


DIPARTIMENTO DONNE IDV SICILIA


DIPARTIMENTO GIOVANI IDV


DIPARTIMENTO
POLITICHE DI GENERE E DEL LAVORO DELLE DONNE IMMIGRATE, Palermo


FORUM
DELLE DONNE RIFONDAZIONE COMUNISTA Palermo


EVIS, Movimento Indipendentista
Democratico


GIOVANI COMUNISTI Palermo

GIULIA giornaliste unite libere e autonome, gruppo nazionale

GIURISTI DEMOCRATICI, gruppo nazionale


GRUPPO “APPELLO AL PARLAMENTO
CONTRO IL FEMMINICIDIO”, Roma


INMP, ISTITUTO NAZIONALE MEDICINA
MIGRAZIONI E POVERTÀ, Sicilia


LABORATORIO ZETA, Palermo


LEFT Palermo


LE ONDE centro antiviolenza, Palermo


LUMINARIA Palermo


MEZZOCIELO, bimestrale di politica,
cultura e ambiente pensato e realizzato da donne


MOVIMENTO ORA PALERMO


NZOCCHÈ CIRCOLO ARCI Palermo

RETE
DEGLI STUDENTI MEDI SICILIA


RETE DELLE DONNE SICILIANE PER LA
RIVOLUZIONE GENTILE


SPAZIO
DI CULTURA LIBERT’ARIA , Palermo

UDI PALERMO


U.D.U. Unione degli studenti, Palermo




GIULIO CAVALLI, attore, scrittore,
regista.


NICOLETTA DENTICO, giornalista,
direttora di Medici Senza Frontiere dal 1999 al 2003

DONATELLA
FINOCCHIARO, attrice


ROBERTA TORRE, regista