Voglio una donna al Quirinale

Oltre 50 associazioni femminili (tra queste GiULiA), esprimono la loro ferma posizione per azioni concrete per una piena cittadinanza delle donne. Il video.

Il tribunale di Bari

Il tribunale di Bari

Redazione 15 aprile 2013
'


Oltre 50 associazioni femminili, aderenti all''accordo di azione comune per la democrazia paritaria (tra queste GiULiA), esprimono la loro ferma posizione per azioni concrete per l''affermazione di una piena cittadinanza delle donne e per la loro equa rappresentanza là dove si decide.

A partire dalla Presidenza della Repubblica, che ad oggi non è mai stata assegnata a nessuna figura femminile.

Ancora più fortemente è necessario un segnale di considerazione dell''esistenza e dei talenti della parte femminile della società, che rappresenta tra l''altro la maggioranza, dopo l''incredibile episodio dell''incarico dato a 10 saggi, per facilitare la composizione della crisi di governo, tutti e dieci uomini: come se di donne sagge non ne esistessero.

Allo stesso modo è inaccettabile che fra i grandi elettori la parte femminile sia tanto insignificante da restare addirittura sotto al 10%. E'' ora di colmare questo anacronistico divario.
Se sei d''accordo firma la petizione:http://www.change.org/it/petizioni/parlamento-italiano-eleggere-una-donna-come-presidente-della-repubblica

'