Narrare la parità

'Il Premio Narrare la parità, giunto alla seconda edizione e promosso dall''associazione Woman to be, nasce come progetto ideato dall’Associazione Woman to be.'

Il tribunale di Bari

Il tribunale di Bari

Redazione 19 febbraio 2015
'

Il Premio Narrare la parità, giunto alla seconda edizione, nasce come progetto ideato dall’Associazione Woman to be, approvato e finanziato con contributo della Regione Toscana.


Il premio letterario vuole fornire ai piccoli lettori e alle piccole lettrici un immaginario alternativo a quello tradizionalmente veicolato dalla letteratura per l''infanzia, denso di stereotipi sessisti.
I testi presentati dovranno essere inediti, appartenenti al genere narrativo ed essere rivolti a bambini/e della fascia d’età 0/6 anni.


La sfida che si propone ai e alle partecipanti al concorso è quella di creare delle storie che offrano modelli femminili e maschili alternativi, improntati all’interscambiabilità dei ruoli, rispettose delle caratteristiche psicologiche e comportamentali dell''uno e dell''altro sesso, nell’intento di favorire nuove e più equilibrate relazioni di genere.


La novità di questa edizione che si avvale di numerosi e prestigiosi patrocini, sta nel respiro europeo che NARRARE LA PARITA’ intende acquisire: il premio sarà lanciato e diffuso anche nei paesi UE, avviando sinergie con quei soggetti pubblici e privati, che per fini istituzionali o per finalità riconosciute si occupano di letteratura per l’infanzia.


L’opera vincitrice verrà pubblicata da Giralangolo - marchio della torinese EDT - che nel 2014 ha inaugurato Sottosopra, prima collana espressamente dedicata al tema dell’identità di genere e diretta da Irene Biemmi.



Termine ultimo per inviare i testi: 10 Aprile 2015
Per ulteriori informazioni: woman-to-be.blogspot.com

'