Master mind, a Udine l'inclusione delle diversità (anche di genere)

Dalla conoscenza dei meccanismi sistemici di esclusione, alle organizzazioni complesse ed il funzionamento della comunicazione [di Paola Dalle Molle]

Mind

Mind

Redazione 2 agosto 2019

di Paola Dalle Molle

Si chiama Mind, anzi il suo nome completo è "Master in Inclusione delle Diversità", da qui l’acronimo. Master Mind è una delle eccellenze appena attivate dall’Ateneo di Udine, unico esempio nel panorama nazionale sia per la sua impostazione sia per il titolo “universitario”. Il corso, aperto a laureati vecchi e nuovi di ogni classe di studi, è rivolto alla formazione di professionisti capaci di gestire, fuori e dentro l’ambiente di lavoro, le diversità nell’ottica dell’inclusione, della sostenibilità e della creazione di valore per la società e l’economia.  


Già dal nome il Master è evocativo della sfida di prestare attenzione alle diversità (non solo di genere, ma anche, ad esempio, tra generazioni, dove balza all’occhio il divario digitale), per superare gli stereotipi e i pregiudizi e creare benessere per le persone, sostenibilità sociale e progresso economico.


Tre le finalità del Master, a partire dalla conoscenza dei meccanismi sistemici di esclusione, alle organizzazioni complesse ed il funzionamento della comunicazione. Mind punta altresì sullo sviluppo delle competenze dedicate a favorire l’inclusione di diversità in una prospettiva di innovazione sociale, con particolare attenzione al mondo del lavoro, alla gestione delle risorse umane, alla sostenibilità sociale e aziendale. Infine, coinvolge la progettazione e l’attuazione di politiche di inclusione in ambito aziendale e pubblico per rispondere alla sfida della società globale.


Secondo Marina Brollo, direttrice del Master, “ Le diversità non possono essere negate ma, al contrario, debbono diventare valore in cui un’impresa o un’istituzione devono investire. Semplicemente, la diversità – in natura e nella società – è ricchezza da valorizzare”.


Per agevolare la frequenza, il corso è concentrato in 12 fine settimana (dal venerdì alla domenica) ed è diluito nell’arco di un biennio (2019-2021). Per i contenuti e gli strumenti (anche di formazione esperienziale e a distanza), il Master appare innovativo, multidisciplinare, coltiva le competenze trasversali e le soft skills. Mind è uno strumento di formazione e aggiornamento del personale delle aziende e delle pubbliche amministrazioni sul tema dell'inclusione ed è anche un’occasione per agire la propria responsabilità sociale, creando borse di studio che facciano crescere il numero delle persone capaci di creare una società più inclusiva. Inoltre, l Avvocatura nazionale ha già riconosciuto un pacchetto di crediti a tutti gli avvocati e le avvocate d'Italia.


Per iscriversi alla prima edizione c’è tempo fino al 21 ottobre 2019: per info vedi il link.