Ju Buk nel Parco d'Abruzzo: con le autrici di GiULiA

A Scanno dal 25 al 27 giugno la rassegna di editoria femminile organizzata da Eleonora de Nardis, ospita quest'anno anche molte giornaliste di GiULiA: il potere delle parole, il punto di vista delle donne.

Yu Buk Festival - Rassegna letteraria femminile

Yu Buk Festival - Rassegna letteraria femminile

redazione 2 giugno 2021

Quando qualche giorno fa a Scanno è arrivato a nuoto dal lago anche un orso, il primo pensiero è stato che forse stavolta si esagerava un po’ a fare pubblicità a Ju Buk Festival: il festival del libro dove quest’anno grande protagonista sarà GiULiA, con molte colleghe presenti e una giornata intera dedicata a “Il potere delle parole”.

 

“Ju Buk” è un festival dedicato tutto alla letteratura femminile (dove “ju buk”, che fa pensare a un inglese maccheronico riferito ai libri, in realtà è il nome in dialetto delle bisacce dei pastori transumanti: un divertente bisticcio): dal 25 al 27 giugno la località del Parco Nazionale d’Abruzzo diventa la scena in cui prendono vita i libri, una delle prime iniziative dopo il lockdown.

 

A inventare, organizzare, chiamare a raccolta paesani e scrittrici, è una giornalista di Giulia, Eleonora de Nardis, che ha chiamato a lavorare con sé alla realizzazione del Festival le colleghe e amiche Roberta Scorranese (firma culturale de Il Corriere della Sera) e Manuela Perrone (storica firma di Alley Oop del Sole 24 Ore, ed ora portavoce del ministro Brunetta).

 

Il programma è denso, pieno di cose (libri, profumi di botteghe, aria del lago, costumi e lavori della tradizione), e consigliamo di cercarlo sulla pagina facebook dedicata per cominciare a immergersi nell’atmosfera e nella lettura.

 

Per quel che riguarda GiULiA, il 25 giugno madrina della giornata dedicata al “Potere delle parole” sarà Antonella Napoli, mentre tra i libri alle 17 presentazione di “#Staizitta giornalista!” (All Around edizioni) di Silvia Garambois e Paola Rizzi, e alle 18 “Hjiab il velo e la libertà” (Castelvecchi) di Tiziana Ciavardini. Il 27 – giornata dedicata a “La ricchezza delle differenze” - alle 11,30 “Laura non c’è” (Fandango) di Barbara Bonomi Romagnoli e Marina Turi.

 

Insomma: c’è già un orsetto in prima fila…