Lettera aperta delle giornaliste italiane

In due giorni oltre 200 colleghe hanno sottoscritto un documento a sostegno dell'appello delle donne del cinema e dello spettacolo contro le molestie

Giornaliste

Giornaliste

Redazione 5 febbraio 2018

Di molestie sessuali e ricatti sul lavoro - in tutti i lavori - noi, come giornaliste, ne abbiamo da tempo e spesso scritto. Ma ci è voluta l’esplosione dello scandalo Weinstein perché il tema, grazie ai tanti nomi celebri, tornasse ad imporsi con forza sui media di tutto il mondo. Anche in Italia, dove nei giorni scorsi le donne dello spettacolo hanno lanciato un appello contro questo sistema culturale a modello maschile. Una battaglia coraggiosa, da sostenere. Così in due giorni oltre cento giornaliste hanno sottoscritto il documento che segue (la raccolta di firme prosegue sulla mail [email protected]). Ma perché dalla fase di denuncia si passi al cambiamento occorre l’impegno di tutti i giornalisti italiani, donne e uomini assieme.


 


LETTERA APERTA DELLE GIORNALISTE ITALIANE


 


Con il documento “Dissenso comune” oltre cento attrici, registe, produttrici e donne dello spettacolo italiano hanno lanciato una chiamata pubblica a tutte le donne professioniste, impiegate, studentesse. Un primo, importante passo per dire basta a un sistema culturale che discrimina, penalizza e offende le donne, un sistema in cui le molestie sessuali sono la brutale punta di un iceberg fatto di consuetudini, pratiche di comportamento che va dalle discriminazioni salariali e di carriera in tutti i settori professionali alle relazioni umane sempre condizionate da logiche di potere maschile.


Noi giornaliste italiane vogliamo stare accanto a tutte le donne in questa battaglia. Proprio attraverso il nostro lavoro di informazione e di inchiesta noi vogliamo aprire brecce in questo sistema, indagare e portare allo scoperto i casi di soprusi e abusi sessuali, esattamente come in Usa le giornaliste e i giornalisti delle principali testate sono stati protagonisti nella battaglia contro le molestie, rendendo pubbliche e incontrovertibili le denunce fatte delle attrici.


Perchè se è vero che il problema non è il singolo molestatore, è anche vero che rendere pubblico chi perpetua comportamenti che non rispettano la donna scoperchia le malefatte di questo sistema.


Noi giornaliste siamo parte del cambiamento culturale che le donne italiane reclamano. Lo abbiamo avviato nei media e nelle redazioni dove siamo già in prima linea da anni.


Il nostro lavoro, il nostro impegno per una informazione più degna del rispetto verso la donna e di denuncia contro le discriminazioni che si perpetuano nel modello sociale maschile è uno strumento essenziale per la trasformazione culturale.


Chiediamo ai direttori dei giornali e ai colleghi giornalisti di essere con noi, di sostenere questa battaglia di civiltà.


Noi giornaliste subiamo le stesse disparità di trattamento delle donne di altri settori professionali, incontriamo le stesse fatiche negli avanzamenti di carriera e nelle affermazioni individuali, e in più con il lavoro di comunicazione e informazione dobbiamo fare i conti con le difficoltà a testimoniare e raccontare il coraggio e il cammino delle donne in un contesto culturale univocamente impostato sul modello maschile.


Ci battiamo da tempo con un lavoro quotidiano di informazione contro la macchina della rimozione e del silenzio per una società più equa, giusta e solidale.


Siamo in campo. E’ ora di cambiare


 


Firmano:


Alessandra Addari
Laura Aguzzi
Paola Alunni
Lucia Annunziata
Ida Baldi
Roberta Balzotti
Anna Bandettini
Rossella Battisti
Cristina Battocletti
Irene Benassi
Serena Bersani
Laura Berti
Luisa Betti Dakli
Cristina Bianchi
Giulia Bianconi
Silvia Boccardi
Incoronata Boccia
Sandra Bortolin
Annarita Briganti
Federica Brignoli
Chiara Brilli
Daniela Bruni
Maria Luisa Busi
Anna Laura Bussa
Cristina Caccia
Manuela Cadringher
Stefanella Campana
Elisabetta Cannone
Giusy Cantone
Francesca Capovani
Fulvia Caprara
Monica Capuani
Laura Carassai
Lucia Caretti
Gabriella Carluccio
Elena Caruso
Alida Castelli
Claudia Catalli
Maria Teresa Celotti
Anna Cepollaro
Marcella Ciarnelli
Tiziana Ciavardini
Mara Cinquepalmi
Grazia Coccia
Ida Colucci
Alessandra Comazzi
Carmina Conte
Licia Conte
Maria Corbi
Paola Cortese
Elisabetta Cosci
Cristina Cosentino
Marina Cosi
Gioia Costa
Emilia Costantini
Stefania Cotza
Beatrice Curci
Lilli D’Amicis
Zita Dazzi
Laura De Donato
Marina de Ghantuz Gubbe
Elisabetta De Luca
Diana de Marsanich
M. Vittoria De Matteis
Caterina De Roberto
Eliana Di Caro
Elisa Di Salvatore
Maria Fabbricatore
Maura Fassio
Agnese Ferrara
Tiziana Ferrario
Annamaria Ferretti
Nadia Ferrigo
Arianna Finos
Antonella Frontani
Camilla Gaiaschi
Giuliana Gandini
Valeria Gandus
Silvia Garambois
Silvia Garbarino
Paola Gariboldi
Laura Gemini
Nadia Germano
Irene Giacobbe
Sabrina Giannini
Maria Gianniti
Danila Giardina
Anais Ginori
Vanessa Giovagnoli
Francesca Giuliani
Ottavia Giustetti
Licia Granello
Luisa Grion
Gabriella Guidi
Silvia Inghirami
Katia Ippaso
Tiziana Jelo
Chiara Jommi Selleri
Rosa Laenza
Barbara Lalli
Federica Lamberti Zanardi
Laura Landoli
Laura Laurenzi
Maria Lepri
Federica Lessi
Antonella Loi
Valentina Loiero
Anna Lombardi
Natalia Lombardo
Grazia Longo
Monica Maggioni
Alessandra Magliaro
Carlotta Magnanini
Marilena Maliverni
Alessandra Mancuso
Maria Teresa Manuelli
Silvia Manzoni
Paola Maraone
Elisa Marincola
Laura Martellini
Anna Martinelli
Mirella Marzoli
Anna Masera
Tonia Mastrobuoni
Marilù Mastrogiovanni
Rita Mattei
Greca Meloni
Paola Mentuccia
Alessandra Miccinesi
Anna Migliorati
Maria Teresa Montaruli
Elena Mora
Silvia Motroni
Elisabetta Muritti
Carlo Muscatello
Cristina Nadotti
Antonella Napoli
Silvia Neonato
Laura Novelli
Camilla Orsini
Daniela Paba
Francesca Paci
Elisabetta Pagani
Valeria Palieri
Valeria Palumbo
Elena Pasquini
Fabiola Paterniti
Maria Paternostro
Alessandra Perera
Laura Pertici
Giovanna Pezzuoli
Monica Perosino
Cristina Piccino
Felicita Pistilli
Chiara Priante
Luisa Pronzato
Vittoria Puledda
Carla Raggio
Norma Rangeri
Cristina Raschio
Amelia Realino
Silvia Resta (Lazio)
Silvia Resta (Puglia)
Lara Ricci
Valentina Ricciardelli
Susi Ronchi
Rosa Rosa
Annamaria Rosato
Maria Silvia Sacchi
Shukri Said
Alessandra Sallemi
Rosanna Santoro
Barbara Saporiti
Federica Sarli
Anna Scalfati
Barbara Scaramucci
Paola Scarsi
Alessia Schiaffini
Simona Scioni
Roberta Secci
Paola Settimini
Luisella Seveso
Cytnhia Sgarallino
Monica Sicca
Raffaella Silipo
Nicoletta Sipos
Ilaria Solari
Claudia Stamerra
Elisabetta Stefanelli
Claudia Svampa
Nicoletta Tamberlich
Michela Tamburrino
Alessandra Testa
Giorgia Tomatis
Alma Toppino
Brunella Torresin
Letizia Tortello
Ilaria Tucconi
Chiara Ugolini
Carla Urban
Ilaria Vigorelli
Stefania Viti
Maria Zegarelli