Persino i pensionati si tingono (a fatica) di rosa

Anche nel direttivo dell'Unione pensionati della Fnsi sono state elette delle colleghe. Finalmente è stata superata l'ultima ridicola resistenza nella categoria

Giornalismo

Giornalismo

Redazione 27 gennaio 2019
Non sembrerebbe una grande notizia, ma il fatto che anche nel direttivo dell'Unione pensionati della Fnsi, il sindacato unico dei giornalisti italiani, siano state elette delle colleghe significa che è stata infine superata  l'ultima ridicola resistenza nella categoria. E questo nonostante un regolamento federale imponga al vertice (e suggerisca agli organismi rappresentativi) almeno un terzo di rappresentanti femminili. Tanto che diversi regolamenti regionali prevedono metà elette fra gli eletti.
Auguri di buon lavoro a Stefanella Campana, che è anche coordinatrice di Giulia Piemonte, e alla collega Patrizia Disnan.

Guido Bossa rieletto presidente dell’Unione Nazionale Giornalisti Pensionati

Il VII Congresso dell’Unione Nazionale Giornalisti Pensionati, riunito a Roma nella sede della FNSI nei giorni 22 – 24 gennaio, ha eletto il collega Guido Bossa alla presidenza dell’Unione, l’organismo sindacale di base che rappresenta i giornalisti professionali e collaboratori pensionati iscritti alla gestione principale e alla gestione separata dell’Inpgi. Guido Bossa, 76 anni, romano, presidente uscente dell’Ungp eletto al Congresso di Chianciano nel 2015, giornalista professionista dal 1967, è stato capo della redazione romana di Avvenire, inviato speciale e notista politico de Il Giorno, testata per la quale ha seguito da Mosca la crisi e la fine dell’Unione Sovietica e la costituzione delle Repubbliche indipendenti. Il VII Congresso dell’Ungp ha eletto vicepresidenti i colleghi Orazio Raffa (Sicilia) e Gian Fulvio Bruschetti (Lombardia). Componenti del Comitato esecutivo sono stati eletti: Paolo Baggiani (Sardegna), Stefanella Campana (Piemonte), Dario De Liberato (Marche), Mauro Lando (Trentino Alto Adige), Giuliano Musi (Emilia Romagna), Claudio Mazza (Lombardia), Marc’Antonio Morelli (Toscana), Virgilio Squillace (Calabria), Patrizia Disnan (Friuli Venezia Giulia).