100Esperte: cosa ci attende dal futuro

La Community di "100 Esperte" si interroga sul dopo-Covid: "Il nostro sguardo sul domani" raccoglie le idee delle scienziate coinvolte dal progetto nato da GiULiA e dall'Osservatorio di Pavia.

Paola Rivetti, esperta di politica internazionale

Paola Rivetti, esperta di politica internazionale

Redazione 13 aprile 2020
Di fronte a questa fase di crisi inaspettata e spaesamento collettivo, tutti ci stiamo rendendo sempre più conto che le competenze sono fondamentali. Nei media le voci più frequenti continuano però a essere quelle maschili.

E allora le scienziate le sentiamo noi.

Il Progetto "100 Esperte", coordinato da Luisella Seveso e Giovanna Pezzuoli, nato nelle stanze di GiULiA giornaliste e sviluppato con la Fondazione Bracco e con il sostegno della rappresentanza italiana della Commissione europea, ha contatti e collaborazioni, ormai con quasi mille scienziate dei diversi settori.

Abbiamo quindi chiesto alla nostra community di esperte di condividere la loro visione sul prossimo futuro, raccontarci il loro punto di vista sulle prospettive che ci attendono.

La prima voce è quella di un’esperta STEM, ErsiliaVaudo, Chief Diversity Officer Agenzia Spaziale Italiana:





Ecco, ancora, Paola Rivetti, Dublino
“L’epidemia ha messo in evidenza che le disuguaglianze economiche e sociali sono insopportabili. Quali sono i lavori davvero essenziali?”
La seconda voce della nostra community di #100esperte - a cui abbiamo chiesto di condividere la loro visione sul prossimo futuro e di raccontarci il loro punto di vista sulle prospettive che ci attendono dopo questa fase di #crisi inaspettata e spaesamento collettivo - è quella di un’esperta #politicainternazionale, #PaolaRivetti, professoressa di Politica del Medio Oriente e Relazioni internazionali alla School of Law and Government della #DublinCityUniversity.



E molte altre ne seguiranno. Potete continuare a seguire le nostre esperte anche sulla pagina Facebook 100esperte, oltre che su quella di GIULIA