I 99 anni di battaglie per le donne di Marisa Rodano

Auguri da tutte noi di GiULiA: prima vicepresidente della Camera, è stata partigiana, tra le fondatrici dell'UDI, ed è soprattutto sempre impegnata e attiva per l'affermazione della parità.

Marisa Rodano

Marisa Rodano

Redazione 21 gennaio 2020

Sopporta, tollera, che le chiedano di fare selfie con lei. Anzi: sorride alle foto. Sembra che il desiderio più comune sia quello di poterla abbracciare, avere da lei uno sguardo, una parola. E quando parla il silenzio si fa aria, un silenzio leggero che lascia passare ogni parola sussurrata fuori dal microfono, perché tira le fila, perché dice la cosa giusta, perché ha la domanda giusta, quella che credevi di aver pensato ma il pensiero non era intero…


 


Marisa Rodano oggi compie 99 anni. Solo qualche giorno fa era al tavolo di presidenza di un incontro sulla democrazia paritaria, alla sede romana del parlamento Europeo, per capire a che punto è la legislazione nelle nostre regioni. E lei stava a sentire, a prendere appunti. A dire la cosa giusta. Perché non ha mai smesso, mai, le sue battaglie.


 


Certo, quando sei con lei lo sai che stai con un gigante. Non c’è Presidente della Repubblica che non le apra le porte e le lasci il passo. E lei apre le porte di casa sua per riunioni infinite di donne che cercano il bandolo della matassa perché questo Paese rispetti la sua Costituzione e non lasci le donne “un passo indietro”. Nella politica e nel lavoro.


 


Come GiULiA giornaliste abbiamo aderito alle reti di donne che ha voluto intorno a sé, “Noi rete donne” e poi l’accordo tra associazioni (più di 60) per la democrazia paritaria. Condividiamo le battaglie. Ci sono belle “teste”, belle storie, belle biografie tra quelle donne, belle battaglie vinte o perse che siano.


 


La biografia di Marisa Cinciari Rodano è riassunta su wikipedia: comunista, ha fatto la Resistenza a Roma, è stata imprigionata alle Mantellate, è stata tra le fondatrici dell’UDI, ha 5 figli. Eppure, soprattutto, la sua biografia riparte da quel 1963 in cui è stata eletta vicepresidente della Camera dei Deputati. La prima donna in quel ruolo. La sua foto è nella galleria delle grandi donne della Repubblica voluta a Montecitorio da Laura Boldrini.


Poi il ruolo e gli incarichi europei, gli incarichi internazionali, la passione sempre dalla parte delle donne: era a Nairobi nel 1985, a Pechino nel ’95, i grandi appuntamenti che hanno segnato le svolte l’hanno sempre vista protagonista. Anche oggi.
Una donna che ha accompagnato la Storia di questo secolo.


 


Cara Marisa, gli auguri più grandi per questi tuoi 99 anni da tutte noi di GiULiA!