Top

Weekend: cinema, teatro, mostre. Gli appuntamenti

Le meraviglie della Marvel contro tutti; da De Chirico a Wharol, e a Roma il World Press Photo 2012; a teatro torna Marco Baliani con il suo Kleist

Weekend: cinema, teatro, mostre. Gli appuntamenti

Redazione

27 Aprile 2012 - 16.51


Preroll

WEEKEND CINEMA

OutStream Desktop
Top right Mobile

Roma, 27 apr – Dopo il ”campionato spezzatino” sperimentato dagli appassionati di calcio per esigenze tv, tocca questa volta al cinema del fine settimana sperimentare pregi e difetti delle uscite differenziate per meglio sfruttare il ”ponte” della Liberazione. Alcuni dei film piu” attesi hanno infatti bruciato le tappe e sono in sala da uno o due giorni, altri hanno preferito il rito dell”uscita di domani venerdi”. – THE AVENGERS di Joss Whedon con Robert Downey Jr., Mark Ruffalo, Chris Evans, Chris Hemsworth, Scarlett Johansson, Jeremy Renner, Samuel L. Jackson, Clark Gregg, Tom Hiddleston, Stellan Skarsgrd, Gwyneth Paltrow, Paul Bettany, Lou Ferrigno, Jenny Agutter. La terra e” di nuovo in pericolo dal giorno in cui il perfino Loki si e” impadronito di un”arma micidiale che minaccia la democrazia degli umani. Il direttore dell”agenzia mondiale per la pace, Nick Fury, col suo fido assistente, decide allora di fare appello ai piu” fantastici super eroi, dall”incredibile Hulk alla vedova nera, da Iron Man a Capitan America. Ma farli convivere sotto la stessa bandiera e lavorare insieme sfruttando al meglio i super poteri di ciascuno e” impresa non da poco. Finale prevedibile. – THE RUM DIARY di Bruce Robinson con Johnny Depp, Amber Heard, Aaron Eckhart, Richard Jenkins, Amaury Nolasco, Marshall Bell, Bill Smitrovich, Julian Holloway, Aaron Lustig, Giovanni Ribisi. Tra l”America e i Caraibi dei colorati anni”50 scorre l”odissea di Paul Kemp, giornalista free lance che abbandona la caotica e corrotta New York per cercare il suo paradiso a Puerto Rico. Qui, tra una bevuta e l”altra, trova il tempo di invaghirsi di una bionda e di mettere la penna al servizio del suo pigmalione. Quando pero” scopre che il ricco americano vuole dare vita a una gigantesca speculazione usando soldi ”sporchi”, deve decidere se attaccarlo ,mettendo a repentaglio amore e sicurezza personale o piegarsi al Dio denaro. – HUNGER di Steve McQueen con Michael Fassbender, Liam Cunningham, Stuart Graham, Lalor Roddy, Liam McMahon, Laine Megaw, Brian Milligan, Helena Bereen. Erano i primi anni ”80 quando, nel pieno della lotta per l”indipendenza dell”Irlanda del Nord, i militanti dell”Ira nel carcere inglese di Maze misero a ferro e fuoco la prigione ingaggiando una lotta per la vita coi secondini dichiarando lo sciopero della fame a oltranza. Cosi” morirono Bobby Sands, poi diventato una leggenda, e insieme a lui altri nove detenuti. – IL CASTELLO NEL CIELO di Hayao Miyazaki. Sull”astronave del turpe colonnello Muska viaggia prigioniera la giovanissima Sheena che tiene al collo un misterioso talismano di incredibile valore. Grazie ad esso e” infatti possibile rintracciare l”isola fluttuante di Laputa coi suoi inestimabili tesori. La piratessa Ma Dola si getta all”arrembaggio ma Sheeta fugge e trova riparo dal timido minatore Pazu che la aiutera” a raggiungere l”agognato approdo. – MATERNITY BLUES di Fabrizio Cattani con Andrea Osvart, Monica Birladeanu, Chiara Martegiani, Marina Pennafina, Daniele Pecci, Elodie Treccani, Pascal Zullino, Giulia Weber, Lia Tanzi. Sono quattro casi di maternita” assassina quelli che il film intreccia in un viaggio scabro e tesissimo attraverso l”inconscio delle donne. Clara, Eloisa, Rina e Vincenza si incontrano nel cortile del manicomio criminale che le ospita e nei loro sofferti racconti rivive il senso di una colpa inespiabile che pesa sulle esistenze che ciascuna cerca faticosamente di ricostruire. Nel week end escono anche il melodramma di Scott Hicks HO CERCATO IL TUO NOME con l”ex marine Zac Efron che ritorna dall”Iraq sconvolto e legato solo al ricordo senza nome di una donna di cui conserva solo la fotografia, e l”intellettuale INTERNO GIORNO di Tommaso Rossellini che mette a nudo le nevrosi dell”attrice Fanny Ardant nell”inferno chiuso della sua casa.

Middle placement Mobile
WEEKEND: MOSTRE

Ben due rassegne incentrate sull”opera di Giorgio de Chirico, a Chieti e ad Osta, e una a Otranto dedicata al genio di Andy Warhol a 25 anni dalla sua scomparsa, sono gli eventi espositivi di maggior rilievo che si aprono questo week end, in concomitanza con il lungo ponte tra 25 aprile e 1 maggio. Che vede anche, a Roma, l”inaugurazione dell”annuale mostra in cui sono allestite le immagini vincitrici del World Press Photo, edizione 2012. OTRANTO (LECCE) – Si intitola ”Andy Warhol. I want to be a machine” la grande mostra allestita da domani negli spazi del Castello Aragonese, che celebra i 25 anni dalla scomparsa del celebre artista americano. Esposte circa 50 opere provenienti da collezioni private italiane e prodotte dal padre della Pop Art con la tecnica meccanica della serigrafia. Una selezione, quella del curatore Gianni Mercurio, che mira a riproporre i temi fondanti dell”estetica di Warhol: dal mito bellezza-successo (la serie delle Marilyn) alla riflessione spiazzante e cinica sul consumismo (le Campbell”s Soup), fino ai simboli tragici come le Electric Chair. Sono inoltre esposte opere significative quali la serie dei Flowers, il Vesuvio, le icone del potere (Falce e Martello, Dollar Sign) e altre ancora. AOSTA – Ospitata al Centro Saint-Benin, si apre il 29 aprile la mostra dal titolo ”Giorgio De Chirico. Il labirinto dei sogni e delle idee”. Si tratta di un”importante selezione di opere (40 dipinti a olio, 10 tempere e disegni, 15 grafiche), alcune raramente esposte e provenienti da prestigiose collezioni private e museali, che riunite insieme illustrano il percorso della Metafisica, intesa dal maestro di Volos come qualita” eletta della pittura e non quale caratteristica dei soggetti. Una poetica che scorre lungo le diverse fasi stilistiche del lavoro di de Chirico: recupero della tradizione classica, suggestioni surreali, rilettura della realta” attraverso le modulazioni del barocco, l”invenzione di nuovi temi e di tecniche, dai Bagni misteriosi alla neometafisica. CHIETI – Ancora de Chirico, questa volta alle prese con la poco indagata tematica religiosa, per la mostra che si apre domani negli spazi del Museo Palazzo de” Mayo. Intitolata ”De Chirico. L”Apocalisse e la luce”, la rassegna espone 55 opere, in un allestimento che prende idealmente le mosse dall”Apocalisse, capolavoro della grafica dechirichiana, permeato da una poetica decisamente ””poco apocalittica – dice Elena Pontiggia – e caratterizzata da atmosfere di tranquilla serenita”, di candore fanciullesco””. In mostra si possono ammirare dipinti come ”Il Buon samaritano”, ”San Tobia e i viandanti”, l” ”Annunciazione”. Culmine dell”esposizione e” pero” ”La salita al Calvario”, una tela monumentale realizzata nel 1947 e per anni conservata gelosamente dal pittore nella sua abitazione. Restaurata per l”occasione dalla Fondazione Carichieti, arriva in prestito straordinario dalla chiesa di San Francesco a Ripa di Roma, dove e” collocata sulla tomba dell”artista. ROMA – Si apre il 28 aprile al Museo di Roma in Trastevere la mostra delle immagini del ”World Press Photo” premiate nel 2012. Gli scatti pervenuti nel 2011 sono stati ben 101.254, inviati da 5.247 fotografi professionisti appartenenti a 124 diverse nazionalita”. Foto dell”anno e” quella dello spagnolo Samuel Aranda, che ritrae una donna che tiene tra le braccia un parente ferito. L”immagine, che ha fatto il giro del mondo, e” stata scattata in una moschea di Sanaa, capitale yemenita, allestita come ospedale da campo dai dimostratori contro il regime del Presidente Ali Abdullah Saleh, durante gli scontri del 15 ottobre 2011.

Dynamic 1
WEEKEND: TEATRO

Gabriele Lavia ancora in Pirandello con ”La trappola” e Francesco Pannofino ne ”I soldi (non servono a niente)”, a Roma; i musical ”Sister Act”, a Milano, ed ”Elisabeth”, a Trieste; Marco Baliani in ”Kohlhaas” da Kleist a Genova e Sebastiano Lomonaco in ”Per non morire di mafia” a Palermo: sono alcuni degli appuntamenti teatrali dei prossimi sette giorni. ROMA – Dopo il ”Tutto per bene” di pochi mesi fa, Gabriele Lavia torna a Pirandello con la prima nazionale de ”La trappola”, spettacolo di cui e” interprete e regista, ””omaggio esclusivo”” ai Teatri di cintura del Teatro di Roma di cui e” direttore. Al debutto mercoledi” al Quarticciolo e poi in scena a Tor Bella Monaca (con ingresso gratuito), ”La trappola, scritto nel 1912, e” il discorso interiore di un uomo che confessa la propria ossessione di essere umano ingabbiato dalle convenzioni, dalla famiglia, addirittura dall”obbligo della riproduzione. Rifugge le donne, ma cade nel tranello: una signora sposata, che non puo” avere figli dal marito, lo seduce, gli strappa una gravidanza per poi abbandonarlo e tornare dal consorte. Con Giovanna Guida e Riccardo Monitillo. Il 2 e 3 maggio e poi il 5 e 6 maggio. ROMA – Perche” un barbone con abiti stracciati e barba lunga insiste tanto per entrare nell”appartamento di una ricca signora, sostenendo persino di esserne il marito appena uscito di galera? E chi e” davvero quell”affascinante politico, inquisito e maneggione, che vive nella lussuosa casa della signora? Sempre piu” corteggiato dalla tv, dove interpreta il ”Nero Wolfe” di Rai1 e dove condurra” il Concertone del 1 maggio, Francesco Pannofino e” anche in teatro, protagonista alla Sala Umberto de ”I soldi (non servono a niente)”, commedia degli equivoci scritta da Nino Marino per la regia di Claudio Boccaccini. In scena, tra risate e sentimenti, anche Emanuela Rossi, Felice Della Corte, Paolo Perinelli, Andrea Lolli. Fino al 29 aprile. MILANO – Ultimo week end al Teatro Nazionale per ”Sister Act”, versione italiana del musical ispirato al film con Whoopi Goldberg, che a Broadway ha conquistato 5 Tony Award e ora a Milano conta piu” di 220 mila spettatori in 5 mesi di repliche. Protagonista e” la scatenata Deloris Van Cartier (con Loretta Grace nei panni che furono della Goldberg), cantante di night club costretta a rifugiarsi in un convento e indossare il velo dopo aver assistito a un omicidio. Testi di Cheri Steinkellner e Bill Steinkellner, coreografie di Anthony Van Laast, regia italiana di Carline Brouwer, liriche e testi di Franco Travaglio. Fino al 29 aprile. GENOVA – Festeggia la replica numero 1000 ”Kohlhaas”, il fortunato spettacolo di Marco Baliani, da questa sera al Duse, scritto in collaborazione con Remo Rostagno e liberamente tratto da uno dei migliori racconti di Heinrich von Kleist. Pubblicata nel 1811, la piece affronta il contrasto tra l”individuo e la societa”, tra la liberta” del cittadino e la legge dello Stato, con la storia di un mercante di cavalli dell”eta” di Lutero, che si fa brigante dopo aver subito un furto, diventando cosi” ingiusto per eccessivo amore della giustizia. Dal 26 al 29 aprile. PALERMO – Sebastiano Lo Monaco porta in scena da questa sera al Teatro Biondo una delle piu” grandi ferite della ”sua” Sicilia con ”Per non morire di mafia”, monologo, scritto dal procuratore antimafia Pietro Grasso, diretto da Alessio Pizzech. Un ritratto che scende nel cuore, nel pensiero e nella grande solitudine di un uomo che ha dedicato la propria vita alla lotta contro la malavita mafiosa, che dalla Sicilia si apre al mondo. Dal 26 aprile al 6 maggio. TRIESTE – Preceduto da 13 tir carichi di scenografie, luci, parrucche e una miriade di costumi, arriva questa sera in esclusiva italiana al Politeama Rossetti ”Elisabeth”, il musical di Michael Kunze e Sylvester Levay dedicato all”imperatrice d”Austria. Lo spettacolo, gia” applaudito da 8 milioni di persone, proprio quest”anno compie vent”anni di successo. Tra rock e romanticismo, e” l”anarchico italiano Luigi Lucheni, proprio colui che a Ginevra colpi” a morte l”imperatrice, a ripercorrere in scena la sua storia, dall”infanzia a Possenhofen, al matrimonio da sogno con Franz Joseph, dalla nascita dei figli fino alla morte. Protagonisti, Annemieke van Dam, Mark Seibert, Kurosch Abbasi. Dal 26 aprile al 6 maggio. ‘

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage