GiULiA-Sardegna insieme al CoReCom contro il cyberbullismo

Il "Premio Gianni Massa" (partecipazione prorogata al 28 febbraio) promuove l’uso consapevole delle tecnologie dell’informazione per il contrasto alle nuove forme di violenza online. [di Claudia Onnis]

Il Premio Gianni Massa, promosso dal Corecom Sardegna

Il Premio Gianni Massa, promosso dal Corecom Sardegna

Claudia Onnis 10 gennaio 2021

Prosegue l’impegno del Comitato regionale per le comunicazioni della Regione Autonoma della Sardegna (CORECOM) nel campo dell’educazione ai media, attraverso il Premio annuale Gianni Massa, istituito nel 2019 in onore del noto giornalista, autorevole punto di riferimento nel mondo dell’informazione isolana, scomparso nel 2015.

Dopo la prima edizione condotta in partnership con Giulia giornaliste Sardegna e dedicata al rapporto tra media e parità di genere, la seconda edizione promuove l’uso consapevole delle tecnologie dell’informazione per il contrasto alle nuove forme di violenza online.

Incitamento all’odio, bullismo, cyber bullismo e cyberstalking, sono le molte facce di un uso distorto delle tecnologie. Un fenomeno particolarmente diffuso tra i ragazzi in età scolare e che arriva a compromettere il rendimento scolastico (38 per cento che sale al 43 per cento nel Nord-Est), riduce il desiderio di frequentazione sociale (65 per cento, con picchi del 70 per cento nelle ragazzine tra i dodici e i quattordici anni) e può comportare una serie di conseguenze psicologiche compresa la depressione (57 per cento, percentuale che sale al 63 per cento nelle ragazze tra i quindici e i diciassette anni).



Dati che emergono da una ricerca realizzata da Ipsos per l’organizzazione Save the Children e che dimostrano, ancora una volta, come donne e ragazze siano esposte alle nuove forme di violenza online in maniera decisamente superiore rispetto ai coetanei maschi. Gli attacchi possono assumere diverse forme: dalle minacce, all’utilizzo di foto o immagini pornografiche, alle proposte o commenti osceni o inappropriati, al furto di identità. Per questo è così importante intervenire tempestivamente, già in età scolare.

Giulia giornaliste, d’altronde, opera da tempo per la sensibilizzazione di media e opinione pubblica sul fenomeno. Basti ricordare il monitoraggio su Twitter e Facebook realizzato in collaborazione con Vox-Osservatorio sui diritti, in occasione della presentazione della Quinta mappa dell’intolleranza nel quale è emerso con chiarezza il prevalere della misoginia su altre forme di hate speech.



Del problema si è occupato anche il legislatore nazionale che è intervenuto approvando la legge n. 71 del 2017 (prima firmataria la senatrice Elena Ferrara) “Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione ed il contrasto del fenomeno del cyber bullismo.”, nel cui testo è richiamata più volte la “necessità di favorire nei ragazzi comportamenti di salvaguardia e di contrasto, agevolando e valorizzando il coinvolgimento di ogni altra istituzione competente, ente o associazione, operante a livello nazionale o territoriale”.

E’ in questo quadro che il CORECOM Sardegna ha deciso di intervenire, dedicando l’edizione 2020 del Premio “Gianni Massa” al tema dell’uso consapevole delle tecnologie telematiche da parte dei ragazzi, con l’obiettivo di promuovere, in continuità con le altre iniziative assunte in passato, un’occasione di riflessione critica su un fenomeno che si presta ad essere analizzato sotto numerosi aspetti (sociologici, psicologici, pedagogici, giuridici, sociali ecc.).

 

Sono tre le sezioni del Premio:

  • Giornalismo (carta stampata, televisivo e web, per immagini), con un premio di € 2.000 per ciascuna categoria;
  • Università, con un premio di € 2000 per ciascuna delle 4 tesi vincitrici tra gli Atenei di Cagliari e Sassari;
  • Scuola secondaria di secondo grado, con in palio 3 premi, ciascuno di € 3.000, sotto forma di buoni acquisto per materiali o servizi aventi natura educativo formativa.

I premi saranno assegnati da una Giuria composta dai Presidenti del Corecom Sardegna e dell’Ordine dei giornalisti della Sardegna, dalla Garante regionale per l’infanzia e l’adolescenza, dai Rettori delle Università di Cagliari e di Sassari.

Il termine per la presentazione delle candidature è prorogato al 28 febbraio 2021 per tutte le tre sezioni del Premio.

Regolamento e maggiori informazioni su https://www.consregsardegna.it/corecom/eventi/corecom-sardegna-premio-%E2%80%9Cgianni-massa%E2%80%9D-giornalismouniversit%C3%A0scuola-edizione-2020