Informare sì, istigare no

GiULiA fa proprio l'appello di Carta di Roma alla categoria "contro il linguaggio di odio e per un giornalismo accurato"

giornalismo

giornalismo

Redazione 29 giugno 2018

GiULiA fa proprio l'appello di Carta di Roma alla categoria "contro il linguaggio di odio e per un giornalismo accurato".


 


Ecco l'appello:


 


"L'Associazione Carta di Roma, in concomitanza con i dieci anni di attività, lancia un appello ai direttori di giornali e telegiornali e a tutti i giornalisti, «affinché si attengano al rispetto delle regole della Carta di Roma, considerato che ci troviamo in una fase in cui le notizie sulle migrazioni hanno un grande spazio nel panorama informativo e orientano l'agenda dei media».

Un appello, prosegue il direttivo dell'Associazione, «al senso di responsabilità ed alla deontologia di tutti i professionisti dell'informazione affinché venga utilizzato un linguaggio corretto, affinché le notizie vengano sempre verificate prima di essere pubblicate per evitare il diffondersi di una percezione distorta del fenomeno migratorio ed un crescendo di tensione sociale basato su informazioni imprecise, su notizie errate e non verificate».

E questo anche al fine di evitare la diffusione di un linguaggio di odio. «Nel caso vengano pronunciate da un politico – prosegue l'appello – l'invito ai direttori è quello di non riprendere le parole di odio nei titoli, negli attacchi e nei lanci dei pezzi e di cercare sempre di fare una verifica di quanto viene scritto. Studi recenti, ultimo quello dell'Eurispes, ci rivelano che la percezione che hanno gli italiani del fenomeno migratorio è lontana dalla realtà: solo un terzo dei cittadini sa che l'incidenza degli stranieri sulla popolazione è dell'8%, mentre la maggioranza degli italiani sovrastima fino al triplo del numero reale tale incidenza. Il problema è che tale percezione distorta si traduce facilmente in paura, sentimento che è alla base dell'aumento esponenziale delle violenze a sfondo razzista a cui stiamo assistendo in questi ultimi mesi».

Per questo, conclude l'Associazione Carta di Roma, «siamo convinti che sia importante chiedere alle redazioni di prestare una continua attenzione al racconto che viene fatto delle migrazioni con una verifica costante di notizie e fonti. L'Associazione Carta di Roma e tutte le associazioni che rappresenta, sono naturalmente a disposizione per qualunque supporto o consulenza fosse necessaria»".

Per APPROFONDIRE:


Il testo integrale dell'appello e l'elenco delle adesioni fin qui raccolte sono disponibili sul sito web dell'Associazione Carta di Roma.